La cellulite: il nemico numero uno delle donneLa cellulite è un problema che angustia le donne di tutto il mondo. Che cos’è e quali sono i fattori scatenanti. Guarirne è davvero difficile ma con una dieta equilibrata, dell’attività fisica e i prodotti cosmetici giusti è possibile migliorare sensibilmente, e in alcuni casi eliminare, questo fastidioso in estetismo.

L’inestetismo che chiamiamo cellulite è un’alterazione delle strutture del tessuto connettivo che si manifesta in superficie con aspetto spugnoso e bucherellato della pelle (”a buccia d’arancia” o ”a materasso”) e rigonfiamenti più o meno evidenti. Questo particolare aspetto del tessuto è causato dall’aumento di volume (ipertrofia) delle cellule adipose.
La cellulite è una condizione che non ha nulla a che vedere con l’essere magri o grassi. Una donna grassa può infatti non esserne affatto colpita, mentre una donna magra può soffrirne anche in modo importante. E’ vero però che in caso di soprappeso, eliminando i chili superflui, si può, almeno in parte, migliorare la situazione.

La formazione della cellulite è dovuta all’azione degli estrogeni (ormoni sessuali femminili) che favoriscono una maggiore ritenzione di liquidi ed un naturale deposito di grasso in particolari zone del corpo (cosce, fianchi, glutei). Diversi però sono i fattori concomitanti che contribuiscono alla formazione di questo inestetismo: fra questi , accanto all’ereditarietà, abitudini di vita scorrette, come l’abuso di alcool e di sigarette, una vita sedentaria, il sovrappeso, la stitichezza o anche l’uso di indumenti troppo stretti o scarpe con tacchi troppo alti, generano problemi alla circolazione.
Quando infatti, il sangue affluisce ai tessuti con difficoltà, e altrettanto difficilmente defluisce, può indurre una sofferenza e una degenerazione del tessuto connettivo.Si possono individuare tre stadi evolutivi della cellulite, caratterizzati da una progressiva degenerazione del tessuto interessato:
Fase edematosa: è la fase precoce, in cui prevale il ristagno di liquidi a livello tessutale e la cellulite si avverte solo al tatto.
Fase fibrosa: a questo livello il problema è più ampio e coinvolge il tessuto adiposo. Già a questo stadio si nota la “buccia d’arancia”: il ristagno di liquidi e la cattiva circolazione producono un ”rigonfiamento” della cellule di adipe. A questo punto si formano piccoli noduli e il tessuto connettivo di sostegno perde elasticità e diventa più rigido.
Fase sclerotica: è il risultato finale del processo di degenerazione tessutale: i noduli risultano induriti e dolenti. La pelle presenta avvallamenti e gonfiori evidenti, che le danno un’aspetto ”a materasso”.

Il trattamento degli inestetismi della cellulite prevede un attacco mirato su diversi fronti. I risultati saranno tanto più significativi quanto minore sarà il tempo trascorso dalla prima comparsa (una cellulite recente è più facilmente trattabile di una cellulite presente da diversi anni). Una sana alimentazione e un esercizio fisico regolare sono indispensabili per combattere la cellulite. L’alimentazione dovrà prevedere una dieta bilanciata ricca in particolare in frutta, verdura e fibre. Anche l’assunzione di almeno un litro e mezzo di acqua durante la giornata, aiuta a contrastare la ritenzione idrica e facilitare l’eliminazione delle tossine.
L’esercizio fisico dovrà essere costante e regolare prediligendo quelle attività basate sul lavoro ”aerobico” cioè di bassa intensità e di lunga durata come il nuoto, la bicicletta e la corsa. Le attività aerobiche, infatti, permettendo al nostro muscolo di lavorare in condizioni di massima ossigenazione, aiutano a smaltire il grasso e migliorare la circolazione.

Il ricorso a prodotti cosmetici anticellulite, può essere utile: usandole con costanza si può ottenere una concreta e visibile attenuazione dell’inestetismo. Bisogna però scegliere i prodotti giusti: a tal proposito la Giaden Cosmetici consigli la LINEA RIDUCENTE RASSODANTE, linea creata per contrastare la cellulite e il rilassamento cutaneo.
Tale linea è così composta: CREMA CELLUDERM, , a base di Centella Asiatica, specifica per combattere gli accumuli di grasso e i noduli cellulitici, ridona inoltre elasticità alla pelle; GEL CELLUDERM, di facile penetrazione, a base di Edera, Quercia Marina ed Escina, specifico per combattere gli accumuli di grasso e i noduli cellulitici; ridona elasticità alla pelle e riduce l’antiestetica “buccia d’arancia”; OLIO CELLUDERM, ricco di estratti naturali, grazie ai quali combatte gli accumuli di grasso e i noduli cellulitici. Applicato prima di qualsiasi crema corpo ne aumenta sensibilmente l’efficacia; CREMA RASSODERM, ricca di principi attivi naturali, grazie ai quali è particolarmente indicata per contrastare il rilassamento cutaneo. Rende la pelle liscia, vellutata ed elastica; GEL RASSODERM, ricco di principi attivi naturali, grazie ai quali è indicato per contrastare il rilassamento cutaneo; dona alla cute la naturale elasticità rendendola liscia e vellutata; CREMA SNELLYDERM, a base di Alghe Marine specifica per snellire e tonificare; inoltre riduce le smagliature del corpo prevenendo la formazione di nuove. Se ne consiglia l’utilizzo con la Crema Celluderm o la Crema Rassoderm, al fine di potenziare l’effetto del trattamento; FANGO CORPO, ad alta concentrazione di Argilla Bianca, Equiseto ed Echinacea. Contrasta con efficaciala pelle a “buccia d’arancia” e riduce gli antiestetici accumuli di adipe.

Questi prodotti vanno applicati due volte al giorno (mattina e sera) per periodi prolungati; il massaggio, delle gambe deve avvenire con movimenti ampi, dal basso verso l’alto, insistendo in particolare sui polpacci e sul ginocchio, per facilitare il ritorno venoso. Il massaggio sulla pancia, più delicato e leggero, dovrà avvenire invece in senso circolare. Lo scorrimento delle mani sulla pelle è di notevole aiuto per stimolare la circolazione periferica.


Tag:
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,