Cibi afrodisiaci: verità o credenza popolare?Da sempre l’uomo ha creduto nella capacità di alcuni cibi di stimolare il desiderio sessuale. Gi studiosi restano scettici. Vero è che un’atmosfera rilassata, romantica, un buon piatto, complicità e immaginazione possono essere il preludio di un dopocena davvero interessante….

Se vogliamo organizzare una cena romantica, le prime cose a cui pensiamo sono le candele profumate, una musica di sottofondo, fiori e, perché no, piatti a base di cibi afrodisiaci.
Da sempre l’uomo ha cercato di aumentare la sua potenza sessuale attraverso cibi perché ritenuti più stimolanti degli altri.

Poco importa se si tratta di credenze non suffragate da riscontri scientifici, in questi casi è il fattore psicologico che gioca un ruolo determinante.
Gioco, complicità e immaginazione. Sono questi infatti i presupposti su cui si basa il potere afrodisiaco di certi cibi.
Il desiderio sessuale ha due componenti fondamentali, una fisiologica legata a fattori metabolici ed una psichica, legata a stimoli emotivi. I cibi afrodisiaci agiscono sulla componente “mentale” del desiderio sessuale, contribuendo a scatenare fantasie e ad attivare circuiti vascolari in grado di migliorare l’intimità di coppia.

Di solito i cibi considerati afrodisiaci sono quelli che tendono a stimolare i sensi dell’amore: vista, odorato, sapore e tatto.
Per cui, è ipotizzabile che in molti casi siano ambiente e situazione a determinare cosa sia afrodisiaco e cosa invece non stimola affatto il desiderio sessuale.

Ma quali sono i cibi considerati universalmente afrodisiaco?
- tutta la frutta, in particolare la frutta esotica…
- la cioccolata, perchè contiene feniletilamina, la sostanza che il cervello produce quando ci innamoriamo e che è presente anche nel formaggio.
- il tartufo, in particolare quello bianco.
- Le ostriche, i mitili, alcuni pesci, i crostacei, per lo zinco e il fosforo.
- Il pepe e il peperoncino, perchè provocano vasodilatazione nella zona lombosacrale.
- Lo zafferano, essendo un forte vasodilatatore.
- Lo zenzero, perchè facilita la circolazione del sangue.
- Gli asparagi e il sedano, perché ricchi di indispensabili oligoelementi.
- La polenta, perché il mais essendo privo di serotonina, sostanza inibitrice della sessualità, ne abbassa il livello nell’organismo, dando spazio alla dopamina, che è fortemente stimolante della sessualità.
- La vaniglia, per il suo profumo caldo che riesce a risvegliare i sensi.
- Il vino, ma solo in piccolissime dosi

In ogni caso, non dimentichiamo che i veri afrodisiaci sono il benessere generale dato dal buon cibo e la fantasia della coppia stimolata dai sensi.


Tag:, , , , , , ,