La torta nuziale, la regina della festa.Con la torta si conclude il banchetto nuziale. Deve essere non solo bella ma soprattutto buona, affinchè il giorno delle nozze si concluda nel migliore dei modi.

La torta è entrata a far parte del banchetto nuziale soltanto ai primi del novecento e la degustazione è stata considerata a lungo una mancanza di eleganza e raffinatezza; solo a partire dagli anni ’50, assume un ruolo importante all’interno del banchetto gastronomico purchè, naturalmente, sia bella a vedersi e, soprattutto, buona.

Attualmente i pasticcieri confezionano le seguenti tipologie di torte:
- Torta a più piani: a voler esagerare, si possono avere anche torte di 5 o 7 piani; il consiglio è di non esagerare, altrimenti si smarriranno stile e buongusto;
- Torta all’inglese o a piramide: è il modello di torta utilizzato nei paesi anglosassoni, caratterizzato da una serie di cubi o cilindri disposti a piramide e decorato con festoni di nastri, fiori e foglie;
- Torta all’americana: si tratta della torta multipiano in pan di spagna interamente rivestita di pasta di mandorle;
- Torta tipicamente italiana, detta anche torta a “cappelliera”, che rappresenta un compromesso tra la torta a piani e quella all’inglese: è un tipo di torta notevolmente più bassa di quella piramidale e composta, nella maggior parte dei casi, da soli tre piani; sorge su una base rotonda;
- Torta monopiano: comunque molto amata dagli sposi, sebbene meno appariscente delle sue illustri colleghe: per la preparazione e per la farcitura, è possibile dar libero sfogo alla fantasia.

Ma quali canoni deve rispettare una torta nuziale? Ecco alcune indicazioni.

Il gusto della torta nuziale deve essere gradevole a tutti gli invitati: ecco perchè si consiglia di scegliere un dolce senza l’utilizzo di liquore (gli eventuali bambini presenti non la potrebbero mangiare), possibilmente con frutta fresca o cioccolato e panna montata.

Può essere di colore bianco, ma non solo: oggi le tonalità delle torte possono essere anche azzurro ghiaccio, verde pallido, rosa e lavanda. La scelta del colore può essere fatta in base alla tonalità degli abiti degli sposi.

Le decorazioni devono essere originali: i fiori freschi sono l’ornamento più utilizzato per la decorazione della torta nuziale, in particolare sono usati gigli, rose, gardenie, margherite. Perdono colpi le figurine rappresentanti gli sposi.

I “modelli di torta” preferiti dagli sposi sono quelli standard e cioè:
• Saint-Honorè
• Mimosa
• Millefoglie fantasia
• Charlotte di frutta
• Grandi crostate guarnite di frutta fresca o di piccoli frutti di bosco.

La Torta è sicuramente il dolce più importante ma può non essere il solo: dopo il taglio, può tranquillamente allestirsi un piccolo buffet interamente dedicato alla “piccola pasticceria” composto, ad esempio, da pasticcini finissimi, biscottini, mousse al cioccolato, macedonie.

I camerieri portano la torta in sala ancora intera; gli sposi, servendosi di un coltello d’argento decorato con un morbido fiocco in raso bianco, procedono al primo taglio; dopodiché, la sposa porgerà al marito la prima fetta. Successivamente la porgerà alla suocera, alla mamma, al suocero, al padre ed ai testimoni.

Scattate le foto di rito, i camerieri porteranno via la torta e torneranno con le porzioni per tutti gli altri invitati.

Dopo il taglio della torta arriva il momento del “brindisi” e del lancio del bouquet.

I Confetti, infine, saranno l’ultimo dolce a dover essere servito; è consigliabile sceglierli avvalendosi del consiglio esperto del pasticcere di fiducia.

Articoli Correlati:
- Abito da sposa : il più bello lo decidi tu
- Acconciatura sposa: suggerimenti per un look perfetto.
- Bouquet sposa: una questione di stile.
- Intimo sposa: tendenze e consigli.
- Per essere una sposa in forma….


Tag:, , , , ,