Un natale indimenticabile per i nostri bambini.Il Natale, si sa, per i bambini è davvero magico: facciamo in modo che sia per loro un evento assolutamente indimenticabile. Come? Attraverso piccoli e semplici gesti per creare un ricordo indelebile nella loro memoria.

Tra i ricordi più belli dell’infanzia c’è senz’altro il Natale. Per i bambini tutto è magico, la casa si riempie di oggetti luccicanti, si aspettano e si incartano i regali. Approfittiamo di queste giornate per riscoprire con i nostri piccoli la gioia di questo momento.

I bambini vivono molto gli stati d’animo dei genitori e l’aria di felicità e di serenità che respirano in casa, quindi la parola d’ordine per vivere al meglio l’avvicinamento al Natale deve essere allegria!
Per rendere questo giorno per loro indimenticabile occorre partire da lontano, creando quella giusta trepidazione che gli farà vivere ogni gesto come un preparativo per la notte in cui conoscerà per la prima volta (o rivedrà) Babbo natale.

È indispensabile, per creare la giusta attesa, effettuare tutti i preparativi, con il nostro piccolo: preparare l’albero, gli addobbi, sentire la poesia che ha imparato a scuola, raccontargli storie su babbo natale e soprattutto preparare insieme la famosa “letterina”. Questo sarà un momento importante sia per insegnargli che Babbo Natale gli porterà il regalo tanto atteso perché si è comportato da bravo bambino ma soprattutto per spiegargli anche che altri bambini non possono vivere la festa del natale come lui, perché magari più sfortunati.

Oltre all’aspetto legato all’attesa per la festa ed il regalo, sarà giusto ritagliare anche il tempo per la parte prettamente religiosa e quale migliore occasione per rispolverare il caro vecchio presepe?
Come quando facciamo alla guerra con i soldatini o semplicemente mettiamo gli animaletti nei recinti giocando allo zoo, così anche con le statuine del presepe dovremo spiegare al nostro piccolo tutti i personaggi, dal bue all’asinello passando per Giuseppe e la vergine Maria e fino ad arrivare a Gesù Bambino: raccontiamogli di come nella santa notte del Natale venne alla luce in una fredda e buia capanna nella città di Betlemme e di come una cometa luminosa indicò la strada ai re magi e a tutti i fedeli.

Parlategli con dolcezza e pacatezza paragonando l’evento a qualcosa a lui noto, come ad esempio la nascita del fratellino o quella dei cuccioli del suo cagnolino affinché possa al meglio apprezzare quell’accadimento miracoloso avvenuto più di duemila anni fa.

Tutto questo renderà l’avvicinamento alla fatidica vigilia un dolce cammino da percorrere con il vostro piccolino e cosi finalmente dopo aver deposto insieme la statuetta dei Gesù Bambino nella culla, potrete finalmente fargli conoscere Babbo natale che gli consegnerà l’agognato regalo!

Articoli Correlati:
- Regali di Natale: è iniziato il conto alla rovescia.


Tag:, , ,