Alito cattivo: la vera causa è nel cavo orale.La maggior parte della gente che soffre di alito pesante lo sa e questo influisce sui rapporti interpersonali. Eliminarne la causa è semplice purchè questa non sia imputabile ad uno stato medico patologico. Tutto ciò che occorre fare e star attenti a cosa si mangia e tenere una buona igiene orale.

Le vecchie credenze attribuivano l’alitosi ad un cattivo funzionamento dei processi all’interno dello stomaco (indigestioni, cibi mal digeriti). Contrariamente alla credenza popolare l’alitosi non si origina dallo stomaco e raramente è causata da indigestioni. È oramai assodato che nella stragrande maggioranza dei casi il maleodore orale è prodotto dalla patina presente sul dorso della lingua, dallo scolo di muco nasale nel cavo orale ed in alcuni casi da danni parodontali, pertanto il medico odontostomatologo con area di esperienza nella parodontologia, è il primo professionista a cui il paziente affetto da tale disturbo dovrebbe rivolgersi. Attraverso l’anamnesi, l’esame clinico e radiologico, gli esami strumentali e di laboratorio, compresi, se necessari, i test microbiologici volti alla ricerca quantitativa e qualitativa di specifici germi anaerobi parodontali, egli può stabilire la causa precisa dell’alitosi di provenienza dal cavo orale e, nel caso, istituire la terapia capace di debellarla.

Sebbene possa essere espressione di affezioni organiche (fegato, reni, stomaco e intestino, polmoni e apparato respiratorio) o di terapie farmacologiche, la maggioranza delle cause di cattivo odore dell’alito, il 90% circa, va ricercata nel cavo orale stesso. In questi casi l’alitosi è determinata dalla produzione di composti volatili solforati da parte dei batteri presenti nella bocca. Sono prevalentemente batteri anaerobi, la cui proliferazione indiscriminata altera la qualità dell’alito attraverso la produzione di sostanze volatili maleodoranti.

La causa più comune di alito pesante è il cibo che può rimanere attaccato ai denti dopo i pasti. La gente che segue una dieta ricca di frutta e di verdure fresche ha meno probabilità di avere un alito pesante.
Esistono alimenti ricchi di oli essenziali e principi attivi sulforati, come aglio, cipolla, scalogno e erba cipollina, che sono ben conosciuti come alitogeni e attentamente evitati da chi desidera mantenere il proprio alito in condizioni ottimali. Tali alimenti, una volta entrati nel circolo sanguigno, passano nei polmoni e vengono emessi con l’aria espirata. Il processo continua fino a che l’apparato escretore non li elimina completamente, potendo causare fiato maleodorante a lungo, nonostante un’igiene orale tempestiva e ben eseguita.

Allora cosa fare?

Non è difficile per la persona media imparare come eliminare l’alito pesante, particolarmente quando non è causato dai disordini gastrici o da qualunque altro stato medico del tipo.
Una procedura dentale quotidiana adeguata dovrebbe eliminare tutti i batteri che inducono ad avere l’ alito pesante. Occorre quindi spazzolare i denti dopo ogni pasto e usare quotidianamente il filo interdentale per eliminare l’alti pesante.
E’ importante lavare la lingua ed infine usare un idoneo collutorio.

Ovviamente è suggerito smettere di fumare. Fumare è una delle maggiori cause di alito pesante… Quando si ha un alito pesante causato dal fumo, anche prendendosi cura dell’odore nella bocca, non ci sarà molto da fare.


Tag:, , , , , , , , , ,