Aquawalk: l’ultima frontiera del fitness acquaticoUsare gli stivali in piscina. E’ la caratteristica dell’Aquawalk, un nuovo corso di gruppo che si svolge in piscina, caratterizzato appunto dall’uso di stivali in acqua durante la lezioni. Sono assicurati effetti benefici per gambe e glutei.

Stivali alti fino al ginocchio e chiusi al polpaccio da una fascia di velcro sono gli unici attrezzi utilizzati durante una lezione di aquawalk, l’ultima frontiera del fitness in chiave acquatica.

Questi stivali hanno una suola, in gomma speciale, che permettono una presa sicura su tutte le superfici, migliorando equilibrio e assetto corporeo. Inoltre la compressione che lo stivale stesso esercita sulla gamba, migliora l’effetto-pompa che dal piede spinge il sangue verso l’alto, prevenendo disturbi circolatori e linfatici.

Il loro uso in piscina, costringe le gambe a spostare, ad ogni movimento, una massa d’acqua, con un sforzo che contribuisce alla tonificazione di gambe e glutei.

Gli esercizi da svolgere durante una lezione di aquawalk sono diversi e tutti a corpo libero.

Innanzitutto c’è la corsa Effettuarla in avanti o indietro serve a rassodare e tonificare parti determinate delle gambe; tutte le andature sono variamente combinate e hanno un ritmo sempre diverso, in modo da sfruttare la diversa resistenza che l’acqua oppone a questo o a quel movimento.

Ecco poi gli scivolamenti, facilitati dalle speciali suole degli stivali. L’andatura più completa è quella che simula lo sci di fondo.

Le spinte poi delle gambe in avanti, indietro o di lato, sono utili non solo per far lavorare cosce e glutei ma anche perché, richiedendo una certa stabilizzazione del corpo, comportano una continua contrazione degli addominali.

Infine ci sono gli esercizi in sospensione che fanno lavorare gli addominali.

Un nuovo modo quindi di mantenersi in forma innovativo e ricco di benefici per tutto il corpo.


Tag:, , , , , , , , , ,