Evitare il divorzio separando solo il lettoMolte coppie famose dello spettacolo sia italiane che americane dormono in letti separati e sembrano le coppie meno soggette al gossip , ma non dividere il letto coniugale può essere, in alcuni casi, un trucco salva- matrimonio purché sia un idea condivisa seguita da un dialogo della coppia e non solo un modo per sfuggire dal proprio partner .

All’inizio di un rapporto i difetti e le abitudini notturne del partner sono sempre meglio tollerate e vederlo russare, tenere la luce accesa o leggere fino a tarda ora non crea disturbo per la necessità fisica di vivere in simbiosi e trovare sempre la giusta scusa per creare una situazione sexy-hot per poi fare l’amore.

Nelle coppie collaudate le abitudini notturne con il passare del tempo diventano oggetto di discussioni che vengo associate a incompatibilità scoperte negli anni e possono portare anche a separazioni e divorzi, soprattutto quanto poi queste abitudini non sono correggibili o contattabili.

Ecco allora ,sempre se il dialogo nella coppia e ben cementato, che separarsi di notte dividendo il materasso può diventare un toccasana per recuperare l’intimità e l’intesa. Molti terapeuti consigliano arredare poi la propria stanza secondo il gusto personale del singolo e ciò al fine di fare un tuffo nel passato riscoprendo gli spazi personali nonché quell’emozione di ospitare il proprio partner nel proprio letto come prima della vita a due stabile.

Tutto questo ovviamente non serve se nella coppia non c’è dialogo e separare il letto può essere solo davvero un modo per allontanarsi di più dal partner. La separazione del talamo coniugale può essere fatta ei casi quando in entrambi i membri della coppia è presente la consapevolezza che avere sentimenti postivi e negativi nei confronti dell’altro è un qualcosa di assolutamente naturale non sopportare le abitudini notturne dell’altro.

Questa pratica negli anni sta diventando sempre più consolidata, basta esaminare le richieste di ristrutturazione della case dove la percentuale di richiesta di sdoppiamento della camera matrimoniale sta crescendo a dismisura.

Il recupero del rapporto mediante la separazione del letto matrimoniale ha comunque anche una base scientifica . Alla base ci sarebbe l’assuefazione sempre allo stesso odore della pelle del partner, più precisamente ai suoi ferormoni (ormoni sessuali), da parte dell’organo vomeronasale , ovvero un puntino nella cavità nasale che ha bisogno di essere attivato dagli odori per trasmettere lo stimolo sessuale al cervello, da qui che la su assuefazione non consente più stimoli al cervello.

Quindi a volte per riattivare la sessualità della coppia, se si vuole evitare di affrontare spese di ristrutturazioni , può bastare qualche notte sul divano.


Tag:, , , , , , ,