Stipsi, stitichezza , i consigli per combatterlaLa stitichezza è rappresentata da un cattivo funzionamento dell’intestino evidenziato dalla difficoltà di defecazione , ovvero da una defecazione insufficiente o da una defecazione irregolare.

La stipsi di per se non è una malattia e le cause che la provocano sono ancora del tutto sconosciute, tuttavia chi soffre di stitichezza è soggetto a patologie correlate, prima fra tutte le emorroidi. Nei casi più gravi di stitichezza cronica si può arrivare a varie complicanze: occlusione intestinale, dolore addominale cronico, megacolon, volvolo, fecaloma, fino al cancro del colon-retto.

La stipsi e l’irregolarità intestinale è un fenomeno piuttosto diffuso, circa il 20% ne soffre di cui l’80% sono donne nelle quali la stitichezza si aggrava del periodo della gravidanza.

Alimentazione ed attività fisica sono i primi fattori per combattere la stitichezza a cui possono essere associati piccoli trucchi e consigli per combatterla:

Movimento: Il tempo minimo è legato ai famosi 20 minuti al giorno a ritmo accelerato. Consigliati sono soprattutto tutti quelli esercizi, da fare preferibilmente lontano dai pasti, che rinforzano la fascia addominale e stimolano l’attività intestinale come ad esempio: stesti sul dorso, distendere le gambe ed andare su e giù con il busto oppure stesi sulla schiena con le mani sui fianchi sollevare le gambe e fare la bicicletta.

Acqua: Bere al mattino un bicchiere di acqua a temperatura ambiente, magari prepararlo la sera e posizionarlo vicino al letto.

Massaggio: Poggiare una borsa d’acqua bollente sull’addome più volte al giorno, ovvero fare una doccia calda massaggiando addome e schiena con una spazzola naturale ovvero immergersi in un rilassante bagno caldo almeno per 25 minuti.

Erbe medicinali: La tisana consigliata contro la stitichezza è rappresentata dalla miscela costituita da due parti di foglie di senna, 2 parti di corteccia di frangula (lassativo naturale), una parte di finocchio. La sera aggiungere un cucchiaino della miscela in acqua fredda e bere la tisana la mattina dopo averla filtrata, in questo modo si ottiene un ‘infusione del tutto naturale.

Alimentazione: Deve essere fondamentalmente ricca di fibre alimentari, spazio quindi a frutta e verdura crude, cereali e cibi integrali.

Trucco della nonna: Al mattino, a digiuno, bere un cucchiaio di olio di oliva con qualche goccia di limone. In verità questo era un vecchio trucco usato dai marinai per defecare nonostante la dieta a bordo risultava poco variata con la conseguenza di avere la digestione bloccata.

Articoli correlati: Emorroidi, cause e sintomi


Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,