Liposuzione, quanti dubbi, intervistiamo il dott. Scutari, chirurgo esteticoLe donne hanno tanti dubbi circa il sottoporsi o meno ad un intervento di liposuzione. Cerchiamo di dare loro delle risposte precise insieme al dott. Scutari, chirurgo estetico.

Dott. Scutari, cosa succede dopo essersi sottoposti ad una liposuzione ingrasso?
Chiaramente tutte le cellule di grasso adiposo estratte non si riproducono più, ma quelle rimanenti possono aumentarne il volume.

Può essere di aiuto a dimagrire?
La liposuzione non fa dimagrire ma rimodellare il contorno fisico, sarebbe ideale prima di fare la liposuzione raggiungere un peso giusto.

C’è un limite di grasso che si può estrarre?
Dipende sempre dai casi , ma in linea di massima sono sempre la media di 2-3 litri di grasso, osservando molto attentamente la debita situazione del paziente
in questione.

È possibile che si formino avvallamenti o buchi se viene estratto troppo grasso?
È certamente possibile, per questo è importante estrarre la giusta quantità di grasso mentre si opera, ed è inoltre consigliabile fare dei massaggi di drenaggio per rendere omogeneo il grasso rimasto.

Rimangono cicatrici oppure ematomi?
Col passare dei giorni scompaiono gli ematomi e le cicatrici sono talmente mini me a essere impercettibili.

Dopo quanto tempo ci si può esporre al sole?
La lipoaspirazione può essere eseguita in qualsiasi periodo dell’anno. Ma si evita di farla poco prima dell’estate perchè, per almeno 40 giorni dopo l’intervento, è vietata l’esposizione al sole.
Per un mese dopo l’intervento bisogna portare collant elastici notte e giorno. In questo periodo è opportuno fare, su consiglio del medico, un ciclo di massaggi linfodrenanti per accelerare l’assorbimento delle ecchimosi. Nel secondo mese le calze elastiche vengono indossate solo la notte. Il gonfiore sparisce in 2 o 3 mesi.

Dott. Masino Scutari chirurgia plastica ricostruttiva PADOVA www.chirurgoesteticoonline.com


Tag:, , , , ,