micosiIn autunno, con la ripresa delle attività sportive, la frequentazione di piscine e palestre, il rischio micosi diventa forte.

La micosi è un’infezione cutanea capace di lasciare, nelle sue diverse forme, macchie e segni, di diffondersi in molte parti del corpo e di trasmettersi facilmente.

Causa di queste infezioni sono i miceti (funghi) che possono vivere a lungo sull’epidermide in maniera innocua e poi proliferare al presentarsi di situazioni particolari come il calo di difese immunitarie o alterazione momentanea del ph della pelle, o trasmettersi da un soggetto all’altro favoriti da condizioni particolare.

Conseguenza è un’infezione difficile da debellare.

Umidità e calore giocano un ruolo importantissimo nello sviluppo dalle micosi.

Dunque docce, spogliatoi, accappatoi e asciugamani bagnati rappresentano i veicoli di contagio per eccellenza; inoltre ad essere le più colpite sono proprio le zone soggette a maggiore sudorazione e poca traspirazione come ascelle, inguine, piedi.

Diversi i tipi di micosi.

- macchie bianche specie sul busto, braccia e gambe (tinea corporis);
- chiazze rosse e desquamanti che colpiscono inguine e solco mammario (tinea cruris);
- si può avere il cd. “piede d’atleta” (tinea pedis) ossia desquamazioni tra le dita del piede, tipica proprio degli atleti;
- chiazze striate e di diverso colore (pitiriasi versicolor),
- micosi che interessano le unghie (onicomicosi): in particolare la lamina unguale subisce mutazioni di colore, ispessimento, friabilità (tinea unguium);
- Occhio anche alla candida albicans che predilige gli organi genitali femminili e si manifesta con prurito e perdite.

Come prevenire le micosi?

- Evitare il contatto della pelle con superfici di uso pubblico come il bordo delle piscine, le docce pubbliche e così via.
- Non camminare a piedi nudi in piscina o nelle docce pubbliche.
- Evitare l’uso promiscuo di asciugamani anche in famiglia.
- Dopo un bagno di mare o in piscina, si consiglia di fare doccia solo con acqua per allontanare microrganismi pericolosi.
- Utilizzare detergenti non aggressivi per non privare la pelle del suo naturale grado di acidità, nemico dei miceti.
- Asciugare bene la pelle dopo bagno o doccia per evitare di creare l’ambiente ideale per lo sviluppo delle micosi.

Se nonostante questi accorgimenti, la micosi fa capolino, bisogna recarsi subito dal dermatologo che, in base alla tipologia di micosi, prescriverà prodotti antimicotici da applicare sulla parte interessata e, se nel caso, farmaci da assumere per via orale.

Articoli correlati:
- Malattie unghie: le unghie ci parlano della nostra salute
- Candida Albicans: un fastidioso prurito intimo.


Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,