alimentazioneLa base per un buono stato di salute è una corretta alimentazione, che sia il più possibile varia ed equilibrata.

Per facilitare il nostro compito nella scelta degli alimenti da consumare, abbiamo a disposizione una suddivisione degli alimenti in sei gruppi sulla base delle loro caratteristiche nutrizionali.

Vediamoli in dettaglio.

Il primo gruppo comprende carni, pesci e uova.
La funzione principale di questo gruppo è quella di fornire proteine di ottima qualità biologica. Nell’ambito del gruppo sono da preferire le carni magre (siano esse bovine, avicole, suine, ecc.) e il pesce. Il consumo di prodotti a maggiore tenore in grassi, quali certi tipi di carne e di insaccati, deve essere moderato. In questo gruppo è conveniente, da un punto di vista nutrizionale, includere i legumi, che oltre a rilevanti quantità di amido e di fibra, sono anche fonte di proteine di buona qualità. Scegliere in questo gruppo 1-2 porzioni al giorno. Per la carne la porzione è pari a 100 g, mentre è di 150 g per il pesce. Un uovo 2-3 volte alla settimana rappresenta per i soggetti sani un consumo accettabile.

Il secondo gruppo comprende il latte, lo yogurt, i latticini e i formaggi.
La funzione principale di questi alimenti è quella di fornire calcio. Gli alimenti di questo gruppo contengono, inoltre, proteine di ottima qualità biologica ed alcune vitamine (soprattutto B2 e A). Sono da preferire latte parzialmente scremato, i latticini e i formaggi freschi e molli. E’ bene sempre ricordare che il formaggio è un alimento ricco di calorie, in particolare i formaggi a pasta dura. Scegliere in questo gruppo 1-2 porzioni al giorno. Una porzione di latte o di yogurt è pari a 125 g, mentre 50 g rappresentano la porzione media di un formaggio stagionato.

Il terzo gruppo comprende pane, pasta, riso ed altri cereali quali mais, avena, orzo, farro, oltre che patate.
Questi alimenti costituiscono per l’uomo la più importante fonte di amido e quindi di energia. I cereali e derivati, in particolare, apportano vitamine del complesso B e proteine che, se integrate con quelle di altri alimenti (es. i legumi), possono fornire nelle giuste proporzioni gli amminoacidi essenziali. Per garantire l’assunzione raccomandata di fibra alimentare sono da preferire i prodotti meno raffinati, più ricchi di questo componente. Scegliere in questo gruppo 2-4 porzioni al giorno. Le porzioni consigliate vanno da 50 g (pane e prodotti da forno) a 200 g (patate crude).

Il quarto gruppo comprende i grassi di origine vegetale ed animale.
Il loro consumo deve essere moderato perché i grassi costituiscono una ricca fonte di energia e contengono, soprattutto quelli di origine animale, composti saturi e colesterolo. Sono da preferire i grassi di origine vegetale (in particolare l’olio extravergine d’oliva) rispetto a quelli di origine animale (come burro, panna, lardo, strutto, ecc). Scegliere in questo gruppo 1-3 porzioni al giorno. Una porzione è pari a 10g.

Il quinto e sesto gruppo comprendono frutta e ortaggi.Il loro consumo quotidiano è fondamentale per il nostro benessere.

a cura del Prof. Dott. Pierluigi Pecoraro
Nutrizionista Biologo Specialista in Scienza dell’Alimentazione e Nutrizione Applicata – Perfezionato in Nutrizione Infantile


Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,