occhiali Quando effettuare un controllo della vista ai bambini?
Cerchiamo di capire quando eseguire un controllo della vista dei nostri piccoli.

Tutti i neonati vengono sottoposti obbligatoriamente all’esame oculistico, tuttavia i controlli non possono esaurirsi nella visita alla nascita, poiché è solo attraverso un’ accurata analisi nei primi anni di vita del bambino che molti difetti visivi possono essere diagnosticati e corretti con dei buoni risultati finali.

In assenza di segni premonitori facilmente riconoscibili dagli stessi genitori, come incapacità di distinguere i giochi, le persone e gli oggetti da parte del bimbo, tutti i bambini dovrebbero eseguire una visita oculistica a circa 3 anni; in questa occasione l’oculista accerterà la presenza di eventuali vizi di refrazione, come la miopia, l’ipermetropia o l’astigmatismo, di alterazioni della motilità oculare, come lo strabismo e il nistagmo e la eventuale presenza di un’ambliopia conosciuta meglio come “occhio pigro” situazione in cui un occhio del bimbo non è stato in grado di sviluppare correttamente la sua capacità visiva a causa di qualche anomalia.

Allo scopo di valutare l’eventuale presenza di difetti di refrazione e la capacità visiva del piccolo, l’oculista utilizza un “metodo oggettivo” detto schiascopia ed uno “soggettivo” se il bambino è in grado di partecipare invitandolo a riconoscere, da tavole di lettura facilitate, alcuni disegni elementari di dimensioni progressivamente decrescenti. Questo tipo di esame visivo viene condotto separatamente sui due occhi, per valutare la singola capacità di entrambi.

Nel nostro studio oculistico, particolarmente attrezzato per visitare bambini a partire dai sei mesi di età, ci avvaliamo di un particolare strumento oculistico computerizzato pediatrico detto “autorefrattometro” che, a distanza di un metro e richiamando l’attenzione del bambino con suoni particolari in modo che guardi nell’apparecchio, è in grado di stabilire eventuali difetti di refrazione e segnalare strabismi anche di grado modesto, il tutto senza instillare le classiche gocce di atropina che infastidiscono il piccolo per parecchi giorni.

Quando il bimbo raggiunge l’età di cinque anni è bene sottoporlo a un altro controllo ancora più accurato, durante il quale l’oculista deve valutare con la maggiore precisione possibile l’acutezza visiva del piccolo.
A tale scopo si fa leggere al bimbo il classico ottotipo di lettura per lontano, dove sono presenti dei disegni o, intorno ai sei anni, le lettere e i numeri. L’esame è utile per valutare se gli occhi dispongono entrambi della stessa capacità visiva o se è riscontrabile la presenza di un difetto in entrambi, in misura uguale o differente, o solo in uno dei due.

In assenza di particolari problemi visivi il bambino deve eseguire controlli periodici con scadenza biennale per valutare quanto lo sviluppo sta influendo sull’apparato visivo; è tacito infatti che con la crescita l’impegno visivo del piccolo aumenta e quindi la prevenzione costituisce il miglior modo per evitare che si instaurino quadri patologici.

Vediamo infine cosa possono fare i genitori per salvaguardare la salute degli occhi dei propri figli.

Solitamente le prime visite oculistiche si fanno nelle scadenze temporali su indicate, ma in alcuni casi particolari, se i genitori notano o solo sospettano anomalie, è bene anticipare le visite o, comunque, rivolgersi tempestivamente all’oculista, per scongiurare ogni possibile rischio.

Tra gli atteggiamenti che dovrebbero insospettire il genitore, attenzione a quando i piccoli strizzano continuamente gli occhi, sforzandosi di vedere meglio da lontano, o quando chiudono un occhio se rivolgono lo sguardo verso la luce.
Da non sottovalutare anche le inclinazioni e le rotazioni della testa che il piccolo fa quando cerca di guardare qualcosa, così come dovrebbero insinuare qualche sospetto anche il fastidio in presenza di una luce intensa, il continuo sfregamento degli occhi, l’arrossamento e l’eccessiva lacrimazione.

a cura del Dott. Gennaro Tramontano
Oculista


Tag:, , , , , , , , , , , , ,