gravidanzaLe donne in gravidanza, considerate soggetti a rischio anche durante le influenze stagionali, assumono un ruolo ancora più delicato nel caso dell’attuale pandemia di influenza a, virus H1N1, data l’alta diffusione del virus nelle fasce di popolazione più giovani.

In questi giorni di allarmismo generale per il diffondersi dell’influenza A, vi è la paura delle donne in gravidanza per la salute del bambino che portano in grembo.

C’è infatti l’indecisione sul vaccinarsi o meno a causa degli effetti negativi che il vaccino potrebbe avere sul feto.

Gli esperti sono tutti concordi nel ritenere necessaria la vaccinazione per le donne in dolce attesa al secondo o al terzo trimestre di gravidanza, questo perché da un lato l`influenza A/H1N1 si manifesta nelle future mamme con una forma più grave rispetto al resto della popolazione, dall`altro perché finora nelle donne in gravidanza il vaccino è risultato ben tollerato. Non si hanno ancora dati certi sugli eventuali effetti collaterali del vaccino sulle donne in gravidanza, ma dalle esperienze rilevate risulta appunto tollerato. Si va da poche linee di febbre a un lieve indurimento nella zona dell`iniezione. Per le donne al primo trimestre di gravidanza invece la vaccinazione va esclusa perché non si hanno dati sugli effetti del vaccino in questo primo periodo della gravidanza neanche per quanto riguarda il vaccino dell`influenza stagionale.

Per quanto riguarda la cura, qualora la donna in gravidanza si ammalasse di nuova influenza, essa sarà a base di antipiretici. La futura mamma dovrà restare inoltre in isolamento per evitare contatti con persone che potrebbero trasmetterle altre malattie, ad esempio batteriche. Visto il suo stato di maggiore vulnerabilità sarebbe gravissimo se sviluppasse un’altra patologia contemporaneamente a quella provocata dal virus H1N1. La febbre deve essere tenuta bassa perché le ipertermie della madre possono portare a danni seri al feto. Molti esperti, a differenza di altri, sconsigliano comunque l’uso degli antivirali perché si tratta di farmaci tossici per l’embrione.

Queste le linee guida per le donne in gravidanza. Ma è davvero il caso di vaccinarsi? Francamente, anche dopo essermi documentata, il dubbio mi resta. Personalmente, nelle mie due gravidanze, non mi sono mai vaccinata contro l’influenza stagionale. E sinceramente, non so se,trovandomi in questa situazione, l’avrei fatta.

Future mamme, il consiglio che mi sento di darvi è quello di non agitarvi e di non farvi prendere dall’ansia: lo stress e il panico sono più nocivi per il bimbo di qualunque tipo di influenza; parlate con il vostro ginecologo di fiducia (se vi siete affidate a lui per il momento più importante della vostra vita vuol dire che vi fidate) e valutate insieme i pro e i contro della vaccinazione serenamente. E nel frattempo spegnete tv e radio, e state alla larga dalle edicole.

Amiche che siete in dolce attesa raccontateci come state vivendo questo periodo: parlarne con altre donne che vivono la vostra stessa esperienza può chiarire dubbi, rasserenarvi ed aiutare ad esorcizzare la paura.

a cura di Imma Manna
Articoli Correlati:
- Influenza A, virus h1n1: diagnosi, sintomi e cura


Tag:, , , , , , , , , ,