otoplasticaDott. Scutari, parliamo di otoplastica.

- Quali sono gli obiettivi anatomici dell’otoplastica?

Gli obiettivi anatomici sono triplici: (1) produzione di una piega antielicale ben definita; (2) una riduzione concale; e (3) un angolo concoscafale di 90o. Certamente, l’entità a cui ognuno di questi obiettivi si prefigge dipende dalla gravità delle caratteristiche specifiche delle deformità.
Inoltre, sono applicabili diverse linee guida:

1. La posizione delle due orecchie devono rispettare la distanza di 3 mm dalla superficie temporale.
2. La protrusione del terzo superiore dell’orecchio deve essere completamente corretto; una
lieve protrusione dei due terzi più bassi può essere accettabile se il terzo più alto è corretto
del tutto.
3. Il solco postauricolare non dovrebbe essere ridotto o distorto.
4. L’elice dovrebbe avere un contorno regolare e liscio.
5. Gli orecchi non dovrebbero essere posizionati troppo chiusi verso la testa.

- Può la sola asportazione della pelle correggere la deformità dell’orecchio prominente?

No. Sebbene l’asportazione della pelle è sempre praticata virtualmente durante l’otoplastica, è praticato per evitare la ridondanza della pelle nel solco postauricolare piuttosto che mantenere la posizione dell’orecchio.
Sebbene molti effetti che apportano beneficio nella posizione dell’orecchio possano essere attribuiti inizialmente all’asportazione della pelle, con l’andare del tempo l’elasticità della pelle ha inevitabilmente come risultato la deformità dell’orecchio.

- Che cos’è la tecnica di Stenstorm?

Attraverso una piccola incisione postauricolare, viene usato un otoabrasore per raschiare la parte anteriore dell’antielice per ricreare la piega antielicale.
Il graffiamento della cartilagine può essere anche realizzato attraverso un’incisione anteriore della pelle lungo l’interno del bordo dell’elice.

- Esiste un altro modo per ridurre la proiezione concale?

L’asportazione della cartilagine concale. Attraverso un’incisione anteriore, viene asportato un grosso spessore crescente di cartilagine in eccesso dal margine concale prominente per ridurre la sua altezza.
In alternativa, per asportare una striscia di cartilagine può essere impiegata un’incisione Posteriore dalla parte più profonda della cupola concale.

- Come viene corretto un lobulo prominente?

La prominenza del lobulo, o del terzo più basso del lobulo, è corretta con un’asportazione della cutanea che si estende dalla superficie posteriore del lobulo alla pelle mastoidea.

a cura del Dott. Scutari
Chirurgo estetico


Tag:, , , , , , ,