cadutascalaOgni mese ci sono circa 400 pazienti dei pronto soccorso che NON dovrebbero andare lì; in generale si tende ad andare al pronto soccorso anche per incidenti banali e non pericolosi.
In realtà ognuno di noi potrebbe benissimo intuire da solo la gravità di ciò che gli è accaduto.

Ecco alcuni esempi e consigli di primo soccorso:

Caduta dalla scala e si batte la testa

L’errore da NON fare: alzarsi subito in piedi; il rischio è di avere forti capogiri o vertigini che potrebbero causare una seconda caduta!
Nel caso di caduta accidentale bisogna per prima cosa bisogna verificare se ci si ricorda dell’evento e si riconosce l’ambiente circostante.
Se la vista fosse offuscata o annebbiata oppure ci si vede doppio, consultare uno specialista.
Nel caso la caduta non fosse accidentale ma indotta da assunzione di farmaci oppure dalla presenza di malattie, è meglio consultare il proprio medico curante.
In generale non si dovrebbe sottovalutare un trauma cranico e nel caso possa aver danneggiato i tessuti meglio rivolgersi al pronto soccorso.
Qualora non ci si sia rivolti subito ad uno specialista, meglio controllare ferite ed eventuali bernoccoli: se questi aumentano di volume con il passare delle ore meglio rivolgersi all’ospedale/pronto soccorso.

Facendo jogging o rincorrendo autobus appoggi male il piede e senti una fitta

Nella maggior parte dei casi si tratta di distorsioni; la prima cosa da fare è immobilizzare il piede, tenerlo sollevato ed applicare una borsa del ghiaccio; NON fasciare la caviglia per tenerla ferma.
Se dovessero comparire ematomi nelle ore o nei giorni successivi, è consigliabile fare una radiografia. In linea di massima il medico prescrive antinfiammatori e una fasciatura.

a cura di Angela Masserini
Pronto Soccorso Codice Verde


Tag:, , , , , , , , ,