cellularetumoreI cellulari possono portare al tumore, se usati per molti anni e se ci sono altri potenziali elementi cancerogeni, lo ha sostenuto, in una recente sentenza, la Corte d’appello di Brescia.

Con questa convinzione, il giudice ha condannato l’Inail a pagare a un ex-dirigente una pensione d’invalidità dell’80%, più arretrati e interessi.

L’invalidità è stata una conseguenza diretta dell’operazione a cui si era dovuto sottoporre l’ex dirigente per la rimozione del tumore (neoplasia al nervo della faccia) che sarebbe stato causato, in parte, dal telefono.

Dalle motivazioni della sentenza si evince che non è stato dimostrato in modo assoluto il legame tra cellulare e malattia, ma la documentazione esistente è stata ritenuta sufficiente per considerare la concausalità come un fatto certo.

Il manager ha parlato al telefono, cellulare o DECT, dalle cinque alle sei ore al giorno per dodici anni, dal 1991 al 2003.

Si attende ora il passaggio della causa in cassazione ma sicuramente questa sentenza ha creato un precedente.

a cura di Imma Manna


Tag:, , , , , , , ,