trafficoVivere in città fa male alla salute.

E’ l’allarme lanciato alla Quinta Conferenza Interministeriale su Ambiente e Salute, da Legambiente.

L’imputato numero uno è il traffico.

In che modo il traffico nuoce alla salute?

Le conseguenze del traffico per la nostra salute, sostiene Legambiente, non si limitano solo agli incidenti stradali ma vi sono anche l’obesità, le piccole conflittualità, lo stress, il rumore e l’insonnia.

Ecco i dati:
- Microconflittualità e stress: colpisce 6 italiani su 10. Stare in coda, bloccati nell’auto, ad esempio, scatena la litigiosità e gli scontri verbali nel 61% degli italiani, pronti a litigare e suonare nervosamente il clacson.
- Incidenti stradali: nel 2008 sulle strade urbane si sono verificati 168.088 incidenti (76,8% del totale) che hanno causato 228.325 feriti (pari al 73,5% sul totale) e 2.076 morti (pari al 43,9%).
- Obesità: circa 1/3 degli adulti è sovrappeso e lo stesso vale per i bambini.. Per gli alimentaristi la colpa va ricercata nell’alimentazione sbagliata, ma anche nella sedentarietà Sotto accusa l’uso dell’auto come principale mezzo di spostamento.
- Insonnia e rumore: si stima che vivere in un grande centro urbano significhi dormire trenta minuti a notte in meno a causa dei rumori da traffico. Un problema che tocca circa 20 milioni di italiani.
- Smog: l’inquinamento, le polveri sottili insidiano gravemente la salute dei cittadini.

La soluzione?
Per chi non può scappare dalle città il consiglio è di utilizzare il più possibile i mezzi pubblici o di camminare a piedi.


Tag:, , , , , , , , , , , ,