donnagrassaUna ricerca dell’Università di Bologna, pubblicata sulla rivista Cell metabolism, dimostra che per dimagrire non serve un farmaco che riduca l’appetito ma basta uno che agisca sul metabolismo energetico, inducendo a bruciare più calorie.

Si tratta di una nuova pillola dimagrante che agisce senza interferire con i recettori CB1 del cervello e che, quindi, potrebbe essere promettente e sicura contro l’obesità e le patologie ad essa associate come per esempio il diabete.

Il nuovo farmaco è privo di effetti collaterali sulla psiche, a differenza di quanto accadeva con i precedenti farmaci anoressizzanti: il nuovo medicinale è sicuro in quanto non agisce sul cervello ma solo sul metabolismo.

La sperimentazione è stata effettuata su due gruppi di topi di laboratorio che, in entrambi i casi, non sono ingrassati nonostante la dieta ipercalorica.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Perdere peso:dieci consigli per stare in forma


Tag:, , , , , , , ,