parkinsonIl rischio di ammalarsi del morbo di Parkinson aumenterebbe del 50% in caso di carenza della vitamina B6.

A sostenerlo è una ricerca svolta da un gruppo di scienziati giapponesi e pubblicata sulla rivista British Journal of Nutrition.

I ricercatori asiatici hanno scoperto un forte legame fra l’assunzione di vitamina B e l’omocisteina, l’amminoacido che ha effetti tossici nei confronti delle cellule cerebrali.

I medici asiatici hanno studiato più di 600 persone, il 40% delle quali già affetto dal morbo di Parkinson.
I soggetti partecipanti hanno seguito un regime alimentare suggerito dai medici, ovviamente ricco di vitamina B6.

Il risultato dello studio è stato che una dieta carente di questa vitamina comporta un rischi maggiore di sviluppare il morbo.

Serviranno comunque studi più approfonditi visto che i soggetti studiati hanno garantito di aver assunto la vitamina in questione ma la reale assunzione non è stata appurata dai medici con analisi.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Dieta mediterranea per prevenire Alzheimer e Parkinson


Tag:, , , ,