farelamoreNarra la storia che uno dei nomi usati per la “madre terra” sia Ishtar , dea della Fertilità, colei che ha creato il Desiderio per la buona riuscita dell’amore e anche colei che non poteva essere soddisfatta nemmeno da 120 amanti.

Il Canto di amore della Dea recita:

Vieni, Ghilgamesh, sii il mio consorte,
concedimi il tuo amore,
sii il mio sposo e la tua sposa sarò.
Farò attaccare per te
un carro di lapislazzuli e d’oro,
dalle ruote d’oro e dai corni di elettro.
Demoni della tempesta come muli vi aggiogherai,
nella fragranza dei cedri entrerai nella nostra casa.
Quando entrerai nella nostra casa,
la soglia ed il palco baceranno i tuoi piedi,
dinnanzi a te s’inchineranno re, signori e principi,
i frutti del monte e del piano ti porteranno in tributo.

Da Il poema di Ghilgamesh, Mesopotamia, 2000 a.C.

Non tutti sanno, però che il nome Ishtar significa “ colei che sta sopra”.
Al di là delle considerazioni maschiliste che potrebbero nascere spontanee ed innescare polemiche a non finire sulla identità sessuale soprattutto su chi è che sta sopra e chi è il maschio, mi preme sottolineare un aspetto.

La posizione del Missionario ( ammetto di fingere di ignorare perché si dica così) con l’uomo sopra e la donna sotto risponde , per la verità, a due, almeno, necessità: la prima è che la deposizione dello sperma così facendo risulta più profonda e favorisce la fertilità e la seconda per un mero problema fisico.

Una donna pesa mediamente 50-60 chili, con ampia variabilità. Nella espletazione dell’atto con l’uomo sotto, il su e giù determinato dal movimento della donna sopra espone , qualora accada che il pene esca durante la manovra di ascensione, alla possibilità che -durante la discensione – venga malamente acciaccato in quello che tecnicamente dicesi Trauma Contusivo tra le ossa pubiche dei partecipanti alla festa.

La posizione del missionario espone molto meno a traumi di questo tipo.

I traumi in questione possono essere ritrovati nella storia clinica di molti casi di Induratio Penis Plastica , patologia che pare si stia diffondendo in misura maggiore di quanto si pensi sia normale. Che sia la Maledizione di Ishtar? Forse .

Ma tutto depone per una considerazione : le tradizioni poggiano sempre su un fondo di verità e di necessità.
Sarebbe da brevettare un airbag apposito.

a cura del dott. Giulio Biagiotti
Andrologo

articoli correlati:
- Fertilità maschile, fare l’amore fa bene allo sperma


Tag:, , , , , , , , , , ,