dolori_mestrualiI dolori mestruali, noti anche come dismenorrea, affliggono la metà della popolazione femminile durante il ciclo, e in circa il 15% dei casi, il dolore interferisce con la vita normale.

I dolori mestruali in genere compaiono durante l’adolescenza e si attenuano con gli anni, soprattutto dopo una gravidanza.

Ecco qualche rimedio efficace per lenire i dolori mestruali, che si presentano all’inizio del ciclo con crampi anche forti, localizzati nel basso addome.

Riso scuro, pane integrale, avena, noci e fagioli aumentano il livello di magnesio, zinco, ferro e vitamine nell’organismo e combattono il dolore.

Un bagno caldo con alcune gocce di olio essenziale di camomilla o sclarea (erba moscatella) rilassa i muscoli. Gli oli essenziali del geranio e del rosmarino contrastano la ritenzione dei liquidi nel corpo.

L’angelica è un erba stimolante e riscaldante, ottima per chi lamenta sensazioni di freddo durante le mestruazioni. Per ricavare un tè, versate in 600 ml di acqua dosi uguali di angelica, camomilla, radice di zenzero e lasciate sobbollire per 15 minuti.

I denti di leone sono diuretici, ricchi di potassio e ferro, eliminano l’acqua in eccesso. Aggiungete qualche fogliolina giovane di denti di leone ad una insalata verde.

Il tè di achillea (millefoglie) allevia i crampi mestruali e diminuisce il flusso se è troppo intenso. Fate un massaggio tiepido di olio di ricino sul basso addome. Tra i rimedi più antichi contro i dolori mestruali ci sono: il tè caldo di zenzero fresco, l’infuso di zenzero fresco e latte.

Se soffrite di crampi e avete mestruazioni abbondanti, bevete il tè di radice di rabarbaro o di basilico.

Contro la sindrome premestruale (di cui soffre circa il 40% delle donne, con la manifestazione di sintomi come sbalzi di umore, mal di testa, tensione alle mammelle e gonfiore) è utile il tè alla menta.

Gli asparagi freschi cotti servono ad alleviare la tensione alle mammelle e i gonfiori.

Le alghe sono efficaci per lenire i dolori: mettete nella minestra o nello stufato le alghe wakame, kombu e nori.

Un impiastro di olio di ricino stimola l’eliminazione delle tossine tramite il sistema linfatico. Imbevete di olio di ricino un vecchio asciugamani, appoggiatelo sul basso addome, poi coprite con un altro asciugamani e metteteci sopra una borsa dell’acqua calda.

Il tè di denti di leone contiene il gonfiore nel periodo premestruale, eliminando i liquidi in eccesso.

Risulta utile anche la salvia, che potete aggiungere all’insalata, o mettere in infusione e bere come tè. Preparate un frullato misto di spinaci, germogli di ortica, crescione, barbabietole e carote.

Ottimo anche come tonico un frullato di carote e barbabietole.

a cura di Cristiana Lenoci
Benessere Blog

articoli correlati:
- Sindrome premestruale, disturbi che rovinano la vita


Tag:, , , , , , ,