borreliosiLa Borreliosi, o malattia di Lyme, è causata dal batterio borrelia burgdorferi ed è trasmessa dalla puntura delle zecche.

Le zecche vivono nelle zone caratterizzate da fitta vegetazione: se pungono, restano attaccate alla pelle per ore; se ci si accorge della puntura, bisogna staccare la zecca con una pinzetta, afferrando la testa e girandola fino al completo distacco.

Il primo segnale dell’infezione, lo si avrà dopo un mese con arrossamento cutaneo, dolore e prurito.

Successivamente possono comparire febbre, debolezza, mal di testa e artrite, nei casi più gravi e più rari, se i batteri raggiungono il sistema nervoso, possono presentarsi meningiti e difficoltà motorie.

Per appurare la presenza della borreliosi si dovranno effettuare un prelievo del sangue con la ricerca degli anticorpi anti-borrelia ed effettuare il test Pcr ( reazione polimerasica a catena) che individua la presenza del genoma del batterio nel sangue.

Come prevenzione è bene sapere che è utile, se si va in zona dove è possibile vi siano zecche, cospargere vestiti e pelle con repellenti a base di peregrina e tenere d’occhio soprattutto le gambe.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Punture d’insetti , punture di medusa, morso di vipera : inconvenienti e rimedi


Tag:, , , , , , , , , , , ,