acneL’acne si ripresenta spesso dopo le vacanze a causa dell’effetto pro-infiammatorio dei raggi solari e dell’interruzione delle cure dermatologiche durante le vacanze.

Prendere il sole non contribuisce alla scomparsa dei brufoli, anzi nella maggior parte dei casi, è causa di un ispessimento cutaneo, chiamato ipercheratosi, e un’infiammazione follicolare che spesso è addirittura responsabile di un peggioramento.

In autunno quindi, per chi soffre di questo inestetismo, è bene farsi visitare da un dermatologo per fare il punto della situazione dopo le vacanze estive e per intraprendere una terapia ad hoc.

Per coprire le cicatrici, in attesa che la cura faccia effetto, si può ricorrere al “camouflage”: una tecnica dermocosmetica in grado di nascondere foruncoletti, cicatrici, macchie e punti neri, con un trattamento che si può eseguire a casa, con prodotti specificatamente indicati.

Un’arma per combattere i brufoli è anche l’utilizzo di prodotti specifici per la detersione del viso.

Latte detergente, tonico, maschera, gel e crema viso adatti alla pelle acneica: a ciò ha pensato la Giaden Cosmetici srl con la Linea Puraderm, una davvero completa che consente di trattare il viso con prodotti delicati e in grado di ridurre o addirittura eliminare l’inestetismo.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Acne, 5 regole per combatterla


Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,