coppia_sessoEco-sesso”, questo è il nome dell’ultima tendenza in fatto di ecologia: una serie di regole pensate per risparmiare energia, inquinare meno e salvaguardare la propria salute anche durante l’attività sessuale.

In questi ultimi tempi, infatti, sempre più spesso sentiamo parlare di sviluppo sostenibile, commercio equo e solidale, campagne di sensibilizzazione ecologica che ci invitano a tenere sotto controllo l’impatto della nostra presenza sul pianeta.
Proprio per gli ecologisti duri e puri, gli irriducibili delle abitudini sane e gli impegnati per un futuro migliore, l’ultima frontiera dell’ambientalismo supera l’attenzione per il riciclaggio e per l’alimentazione biologica, spingendoci a riflettere e a modificare le nostre abitudini sessuali.

Libri, riviste, siti internet, ci parlano in abbondanza di questa nuova tendenza, ci offrono guide, vademecum e consigli utili per essere “green” e rispettosi dell’ambiente anche sotto le lenzuola, a partire da cibo, sex toys e anticoncezionali…tutto all’insegna del benessere del pianeta.

È chiaramente Green Peace ad assisterci in questa missione attraverso un decalogo di regole stilato ad hoc, per una vera e propria rivoluzione energetica anche in camera da letto.

Una buona nottata di eco-sesso, quindi, non può che iniziare con una cena afrodisiaca, rigorosamente a base di cibi biologici, capace di stimolare il desiderio sessuale in modo del tutto naturale.

Tartufo bianco, ostriche e crostacei, infatti, grazie allo zinco, sembrano aumentare la funzionalità degli ormoni e del testosterone, a favore quindi di performance sessuali più gratificanti ma anche di una migliore fertilità sia per l’uomo che per la donna.

Anche la frutta (specialmente i frutti rossi come more, mirtilli, fragoline e ciliegie, ma anche anguria e melograno) ha il potere di aumentare il desiderio sessuale, di incrementare i livelli di testosterone e di favorire la vasodilatazione, così come le spezie (la radice di zenzero è addirittura conosciuta con il nome di “viagra d’oriente”).

Una volta scatenato il desiderio sessuale, bisogna ricordarsi, però, di spegnere la luce elettrica e se proprio non si può fare a meno di guardare il proprio partner negli occhi, allora è consigliabile usare candele, ovviamente naturali: al bando la paraffina (derivato del petrolio) e via libera a cera d’api, cere vegetali e stearina.

Anche la lingerie dovrà dimostrare di essere “green” al 100%: intimo rigorosamente sostenibile, a base di cotone biologico o materiali a basso impatto ambientale come la soia, il bambù, la seta e soprattutto la canapa, conosciuta per la sua capacità di crescere con poca acqua e senza l’uso di fertilizzanti chimici o altre sostanze inquinanti; i prodotti della fibra di canapa, infatti, sono completamente biodegradabili e per la lavorazione vengono utilizzati solo sbiancanti a basso impatto (come il perossido di idrogeno) anziché sostanze come la candeggina.

Naturalmente, stesso discorso vale per lenzuola, materasso, cuscini e certamente il letto: necessario assicurarsi che sia in legno sostenibile, garantito dall’unica organizzazione riconosciuta a livello internazionale nel campo della certificazione ecologica delle foreste, la Forest Stewardship Council.

Attenzione anche ai sex toys, che possono rivelarsi dannosi per la salute se contengono ftalati, sostanze chimiche utilizzate per ammorbidire alcune plastiche dure come il PVC. Nel 2004 l’Unione Europea ha ufficialmente bandito gli ftalati dai giocattoli per bambini, ma il dibattito si sta aprendo anche per i sex toys, poiché possono provocare disfunzioni all’apparato riproduttivo e addirittura alcune forme maligne di tumore. Meglio scegliere allora materiali più sicuri e cercare di non acquistare giocattoli in PVC morbidi ma usare almeno quelli in plastica dura, ancor meglio quelli in acciaio, vetro borosilicato, silicone, lattice, caucciù e legno che possono essere riciclati più facilmente.

Anche la contraccezione si tinge di “verde” e allora ecco a disposizione una vasta gamma di lubrificanti naturali a base di acqua o olio, ovviamente non testati sugli animali, mentre per il condom la scelta migliore è quello in lattice, che non contiene tracce di proteine del latte (quindi adatto anche ai vegani) e totalmente riciclabile e biodegradabile.

Infine, dopo una notte di sesso eco-compatibile, si può ancora fare una buona azione per il pianeta: insaponarsi insieme sotto la doccia può essere molto divertente e permetterà di risparmiare acqua pulita, un bene prezioso al quale più di un miliardo di persone non ha accesso.

Un ultimo simpatico consiglio: volete far felice il partner migliorando il vostro “sapore” rendendolo più dolce e allo stesso tempo essere “green”? Allora bevete molti succhi di frutta e verdura e mangiate ananas, evitando accuratamente cibi come formaggi piccanti o asparagi. Secondo un’inchiesta molto divertente sulla connessione tra cibo e liquidi corporei è risultato che i vegani hanno il “sapore” più buono.

a cura della Dott.ssa Elena Isola
Psicoterapeuta – Sessuologa Clinica

articoli correlati:
- Sesso verde : il decalogo degli eco-amanti


Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,