uomini-e-film-hardÈ solo una questione di testa.
Almeno per i maschi l’eccitazione di fronte alle scene dei film hard è governata dai cosiddetti «neuroni specchio», cellule nervose che vengono attivate in modo specifico quando si compiono delle azioni o si guarda qualcuno che le compie.

Ad affermare che il meccanismo vale anche per le immagini «spinte» sono studiosi francesi dell’universitè de Picardie Jules Verne di Amiens, che hanno pubblicato la loro ricerca sulla rivista NeuroImage.

L’ESPERIMENTO – Gli scienziati hanno misurato gli effetti di diverse immagini sull’attività cerebrale e su altri organi di otto uomini cui sono stati fatti vedere tre tipi di filmati: un documentario sulla pesca, uno sketch del personaggio comico Mr. Bean e una pellicola porno.
Mentre i volontari guardavano le proieizioni, una risonanza magnetica funzionale registrava l’attività dei loro cervelli.
E, nel frattempo, uno strumento ad hoc, il pletismografo penile, misurava anche la tumescenza del loro pene.
«Come atteso – rivelano gli scienziati – l’erezione è arrivata con la visione della pellicola hard, così come si sono accese in corrispondenza alcune aree del cervello».

ATTIVAZIONE PROPORZIONALE – Incrociando le informazione della risonanza magnetica e del pletismografo, è stato possibile osservare la correlazione tra meccanismo cerebrale ed erezione.
«Il volume dell’organo sessuale maschile – continuano i medici – è risultato proporzionale alla potenza dell’attivazione di un’area del cervello specifica: il pars opercularis, nell’area di Broca dove appare l’attivitá dei neuroni specchio».
E non è tutto, gli scienziati hanno scoperto che «l’attivazione dei neuroni, e dunque di quell’area specifica cerebrale, precede l’eccitazione e l’erezione automatica. Più o meno come se quelle cellule cerebrali rappresentassero una sorta di telecomando del processo di erezione».

a cura della Dott.ssa Elena Isola
Psicoterapeuta – Sessuologia Clinica

articoli correlati:
- Sesso, eros e fantasie sessuali


Tag:, , , , , , , , ,