asma-bronchialeAll’XI° Congresso Nazionale di Pneumologia è stato lanciato un allarme: oggi i bambini soffrono di asma bronchiale 5 volte in più rispetto agli anni settanta.

L’imputato numero uno è l’inquinamento, lo smog delle nostre città.

A ciò bisogna aggiungere poi i cambiamenti ambientali, l’alimentazione sbagliata ed il fumo passivo: tutte queste componenti stanno modificando l’organismo dei bambini, addirittura si parla di condizionamenti del sistema immunitario con sensibilizzazione allergica addirittura in utero e nelle prime fasi di vita.

Ecco cosa i genitori possono fare:

- Rendere salutare l’alimentazione dei nostri figli, somministrandogli molta frutta e verdura ed eliminando il fumo dalla loro vita.

- Non dobbiamo farli ingrassare, perché i chili in eccesso, oltre ad influire negativamente sullo stato di salute generale del bambino, possono complicare la capacità della gabbia toracica e del polmone di dilatarsi correttamente.

- Contribuire a non inquinare il mondo in cui vivono.

- Prestare attenzione ai sintomi (tosse, crisi respiratorie, raffreddori perpetui) in modo da realizzare una diagnosi precoce e certa dell’asma per poter intervenire con un’appropriata cura farmacologica.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Umidità, raffreddore e mal di gola: i consigli del pediatra


Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,