ostetricaC’è davvero bisogno che le donne sappiano chi sia realmente e quali compiti ha un’ostetrica perché si sta davvero perdendo il rispetto del corpo femminile e non possiamo permettere ciò.

L’ostetrica è la figura professionale per eccellenza più vicina alla donna.
Sai che l’Ostetrica è competente per seguire in piena autonomia e responsabilità la donna in tutto il suo percorso evolutivo dalla nascita alla menopausa?

L’ostetrica che si dedica alla libera professione ha un suo studio privato dove accoglie la donna, la coppia ed il bambino per quanto è di sua competenza!

Non fa come erroneamente si crede solo far nascere i bambini.

Si occupa del benessere della donna focalizzando l’attenzione sulle sue risorse endogene, sulle sue competenze bio-psichiche in quanto dispone di strumentiqualificati per accompagnarla-informarla e migliorarne la salute.

A questo punto ti starai chiedendo “Ma quale è la sua diversità rispetto al medico?”

Le ostetriche e i medici ostetrici non sono intercambiabili, hanno formazione diversa ma anche modi e competenze sono differenti.

Il medico è competente per la malattia, per la patologia mentre l’ostetrica è facilitatrice dell’espressione della salute, quindi competente per la fisiologia cosa che richiede un profondo sapere perché se bisogna avere un’ottima preparazione per individuare e curare una malattia altrettanto è necessario per conoscere-riconoscere e assecondare l’espressione della
salute.
L’antica arte dell’ostetrica è la maieutica ovvero la capacità di aiutare le donne a sviluppare il maggior potenziale di salute e benessere per se e per il loro bambino tramite una serie di strumenti non medici bensì educativi, curativi ed attivanti.

Il titolo abilitante è conseguito tramite Laurea in ostetricia e successiva iscrizione all’Albo Professionale che le fa conseguire il titolo di Dottore in Ostetricia.

Ti elenco velocemente le sue prestazioni perché è giusto che tu le conosca e quindi venga messa nella condizione di poter scegliere lo specialista che preferisci.

Puoi contattarla per :
• controllo ginecologico
• visita ostetrica
pap-test
• consulenza su contraccezione-infertilità-sterilità
• ecografie di 1°livello
• Bcf e cardiotocografia
• prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale
• assistenza e sostegno alla donna con problemi ginecologici
• consulenza preconcezionale, metodi naturali per aumentare la fertilità di coppia
• sostegno e monitoraggio clinico della gravidanza fisiologica, counseling in piena autonomia
• assistenza al travaglio fisiologico,anche tra le tue mura domestiche,con successivo accompagnamento in ospedale
• parto a domicilio
• puerperio fisiologico a domicilio quindi con possibilità per te di essere dimessa precocemente dall’ospedale assieme al tuo bambino
• diagnosi delle anomalie del travaglio e del parto ed assistenza in equipe
• conduzione di corsi pre e post partum
• preparazione e riabilitazione del pavimento pelvico
• promozione e sostegno nell’allattamento al seno
• sostegno, assistenza e cura del bambino

Ora che sai della sua esistenza a Te la scelta.

Oggi la maggioranza delle donne, non conoscendo le sue competenze, si affidano completamente alle cure del ginecologo anche in caso di gravidanza a basso rischio (si definisce a basso rischio una gravidanza in cui si può ottenere un tasso di mortalità prenatale e materna più basso rispetto alla popolazione generale senza un eccesso di interventi ostetrici e pediatrici) e proprio questa inversione di ruolo, insieme all’ospedalizzazione del parto hanno determinato una gestione medicalizzata di quel processo fisiologico che è la gravidanza.

A questo stato di cose però hanno contribuito anche tante donne perché hanno perso il magico contatto con i 9 mesi e quindi con il parto spontaneo.

Nella mia esperienza mi è capitato spesso che la donna al suo primo appuntamento con me si sia seduta e mi abbia detto “ Dottoressa, le dico subito che voglio fare un cesareo, cosi faccio prima e posso poi cosi decidere la data di nascita di mio figlio”.

Sai come vanno a finire queste donne? Sono fiera di dire che sono le prime che dopo un’accurata e dettagliata informazione vanno a rifiutare ogni forma di medicalizzazione perché una volta trovato il giusto punto di riferimento e ricevute le informazioni corrette decidono di prendere in mano le redini della loro vita e quindi decidono di essere protagoniste attive e non più spettatrici del loro,ora, entusiasmante viaggio.

a cura della Dott.ssa Anzillotti
Ostetrica

articoli correlati:
- Ginnastica in gravidanza, fa bene alla salute del bambino


Tag:, , , , , , , , , ,