ricevimento-matrimonioRecentemente vi abbiamo parlato di come scegliere la perfetta location per il vostro matrimonio.

Una volta stabilito quale sarà lo scenario, quindi, bisognerà decidere che tipo di ricevimento vorrete offrire ai vostri invitati, organizzando nei dettagli il banchetto.
Questo momento non va sottovalutato, perché un ricevimento che renda tutti a proprio agio è sicuramente il miglior modo per coronare il festeggiamento del matrimonio.

Parlare di banchetto di nozze spesso è sinonimo di lunghe ed esagerate abbuffate, che rischiano di svuotare il portafoglio a voi e stancare gli ospiti!
Fortunatamente le coppie moderne valutano con molta attenzione il menù e di conseguenza quale tipologia di ricevimento svolgere.

Ci sono però delle forme di ricevimento che sono intramontabili, tradizionali e non vengono scalfite dalle stranezze della società contemporanea.

La nostra guida vi descriverà i più classici modi di svolgere un ricevimento di nozze, lasciando eventualmente che sia la vostra fantasia e il vostro gusto a dare una nota di originalità in più a questo momento conviviale:

Pranzo e/o cena serviti a tavola.
Questa è di certo la tipologia di ricevimento più diffusa e conosciuta. Prevede che gli ospiti siedano ai tavoli che sono stati precedentemente assegnati dagli sposi; il banchetto si svolge con una successione di portate che i camerieri serviranno, già impiattate, direttamente ai tavoli. È una soluzione che permette a chi vuol godere della bontà della cucina e della compagnia dei commensali di rilassarsi completamente e festeggiare l’avvenuta unione nel massimo della comodità.

Buffet

Durante il buffet le portate e le bevande sono invece disposte su ampie tavolate, dietro cui sono comunque presenti i camerieri del ristorante, che offrono le porzioni richieste agli invitati.
Con questa soluzione gli ospiti sono liberi di alzarsi e lasciarsi servire ciò che più desiderano.
Nel buffet, infatti, gli invitati non hanno un posto assegnato ma possono scegliere dove sedersi; la formazione dei tavoli è così istantanea e meno rigida, e non rischia di imbarazzare invitati che si trovano a condividere il tavolo controvoglia. L’unica condizione necessaria per questa soluzione è la disponibilità di un ampio spazio per il servizio, in modo da evitare la confusione e “l’assalto” ai tavoli durante il servizio delle vivande.

Cocktail o rinfresco
L’ultima tipologia classica di ricevimento è il cocktail o rinfresco. Spesso è adottata nel caso in cui il matrimonio venga celebrato di pomeriggio, e spesso è svolta all’aperto in giardino o terrazze dalla vista mozzafiato.
Questa soluzione permette di invitare molte persone e, al tempo stesso, non far crescere eccessivamente i costi.
Naturalmente le coppie moderne decidono la soluzione più adatta alle loro esigenze e al loro gusto personale.
Talvolta infatti possono optare per soluzioni combinate che prevedono sia il rinfresco che il pranzo o il buffet.
I maggiori vincoli, però, si hanno nei confronti della location: se si sceglie di organizzare il proprio ricevimento di nozze in un ristorante raffinato all’interno di un bellissimo centro storico, si andrà probabilmente incontro ad un’offerta differente rispetto a quella che un agriturismo, o le ville per matrimoni, possono riservare.
Ciò che più conta, sicuramente è mantenere la coerenza di stile e tono del proprio giorno di matrimonio: se avete optato per un ricevimento di nozze in un castello, non vi aspettate che gli invitati siano pronti a togliersi il frac per svelare un costume da bagno con cui tuffarsi in piscina per un bagno di mezzanotte!

a cura di LeMieNozze.it

articoli correlati:
- Ricevimento del matrimonio: consigli per la scelta della location


Tag:, , , , , , , , , ,