dormireUna ricerca, condotta dall’italiano Francesco Cappuccio, della University of Warwick Medical School, pubblicata sulla rivista European Heart Journal, è giunta alla conclusione che dormire meno di sei ore a notte, svegliarsi troppo presto o andare a letto troppo tardi, aumenta il rischio di ictus e infarto.

L’equìpe di Cappuccio ha monitorato lo stato di salute di oltre 470 mila persone di otto paesi e hanno notato come uno scarso sonno aumenta del 48% il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e del 15% in più di sviluppare e morire di ictus.

Dormire poco comporta la produzione da parte del nostro corpo di ormoni, tipici quelli dello stress, o sostanze chimiche dannose che tendono ad aggravare la salute cardiovascolare.

Riposare ogni notte per almeno 7 ore protegge la nostra salute.

Buon riposo a tutti.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Ipertensione: sintomi, cause e rimedi


Tag:, , , , , , , , ,