salute-occhiSecondo un recente studio, gli occhi sottoposti a trattamento con IOL fachiche pieghevoli ottengono un guadagno nella visione da lontano superiore rispetto a quanto si ottiene con la PRK, mentre non ci sono differenze significative nella sicurezza ed efficacia fra i due gruppi di pazienti dopo un anno dall’intervento.

I ricercatori hanno esaminato 93 occhi di 60 pazienti con miopia lieve o moderata che si sono sottoposti a chirurgia refrattiva.
Nello specifico, 60 occhi si erano sottoposti a PRK con guida aberrometrica e 33 occhi avevano ricevuto un impianto della IOL fachica pieghevole Artiflex (Ophthec).
Prima dell’intervento, tutti i pazienti erano miopi per valori compresi fra le 4 e le 7 diottrie ed erano astigmatici per valori non superiori alle 2.25 diottrie.

Le differenze post-chirurgiche sull’acutezza visiva ed i deficit refrattivi residui sono state valutate dopo un anno dall’intervento.

Dopo un anno, la correzione media necessaria per la migliore visione da lontano è risultata di 1.04 diottrie nel gruppo delle IOL fachiche e di 1.05 diottrie nel gruppo della PRK.

Non si sono verificate differenze statisticamente significative fra il gruppo delle IOL fachiche ed il gruppo della PRK ad un anno dall’intervento, sia in termini di sicurezza sia in termini di efficacia. Nonostante ciò, nel gruppo delle IOL fachiche c’è stato un chiaro guadagno di acutezza visiva da lontano: i pazienti con le lenti intraoculari riuscivano a vedere qualche riga in più sul tabellone luminoso!

“Inoltre, siamo rimasti noi stessi sorpresi dalla lieve ma significativa riduzione dell’astigmatismo nel gruppo delle IOL fachiche,” hanno dichiarato gli autori dello studio.

a cura del Dott. Pascotto
Oculista

articoli correlati:
- Cataratta e cristallino artificiale: il parere dell’oculista


Tag:, , , , , , , ,