Oggi vi proponiamo una ricetta che riscuoterà di certo successo: la pasta alla genovese.

A dispetto del nome, si tratta di un piatto davvero poco conosciuto fuori Napoli.
Il Cavalcanti, autore del primo libro di cucina napoletana, narra che il cuoco che cucinò per primo questo piatto, in una taverna a Napoli, fosse di Genova.

Realizzatela è fatemi sapere.

Ingredienti per 6 persone:

600 gr di pasta (consiglio paccheri, fusilli, penne o ziti)
1 kg di carne primo taglio di manzo
2 carote
1 pezzo di sedano
1,5 kg di cipolle
1 mazzetto di odori
2 bicchieri di vino bianco secco
2 cucchiai di olio
80 gr di burro
50 gr di salame di Napoli
Sale e pepe quanto basta

Preparazione

Tritate finemente le cipolle, le carote, il mazzetto di odori il salame, il sedano e ponete il trito in una padella insieme al pezzo di carne ben legato, al burro e all’olio.

Coprite il tegame e fate cuocere a fuoco lento, facendo attenzione a che il tutto non si attacchi al fondo.

Dopo circa un’ora, ravvivate la fiamma e cominciate a far rosolare il tutto, salate e pepate, spruzzate un po’ di vino e lasciate evaporare.
Mi raccomando mescolate spesso e aggiungete, qualora ce ne fosse bisogno, un poco di acqua calda.

Continuate a versare il vino e a lasciarlo evaporare.

A cottura ultimata, il trito di ortaggi sarà diventato una crema.
Lessate la pasta, separate la carne e una parte del condimento, e unitela con la restante parte del sugo.

Aggiungete parmigiano e saltate il tutto insieme.

Come secondo servirete la carne, a fettine, condita con la parte di condimento conservata.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Risotto ai carciofi


Tag:, , , , , , , , , , , , ,