mirtilli-e-colesteroloI mirtilli aiutano a ridurre i livelli del colesterolo LDL, ossia il colesterolo cattivo.

Lo sostiene uno studio, condotto su criceti, del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, coordinato dal chimico Wallace H. Yokoyama, e pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry.

Grazie infatti all’azione delle antocianine, i mirtilli hanno un’azione positiva sul processo di trattamento ed eliminazione dell’eccesso di colesterolo.

I criceti in questione, alimentati con bucce e scarti di lavorazione dei mirtilli, presentavano giusti livelli di colesterolo HDL, quello buono, ridotti livelli di colesterolo cattivo LDL, quello “cattivo” e riduzione del 44% di quello VLDL, ossia quello definito molto cattivo.

I ricercatori sostengono che gli effetti dei mirtilli possono essere gli stessi anche per l’uomo.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Mirtilli selvatici tropicali maggior fonte di antiossidanti


Tag:, , , , , , , ,