stressDa sessanta anni l’Organizzazione Mondiale della Sanità considera la Salute come “uno stato di completo Benessere fisico, mentale e sociale, non solamente l’assenza di disagio o malattia”.

Benessere e Malattia sono quindi due aspetti strettamente collegati tra di loro nel determinare la salute delle persone.

Il Benessere riguarda l’espressione delle proprie potenzialità e il sentimento personale relativo alla qualità della vita. Diviene quindi rilevante per valutare la Salute delle persone considerare anche il loro Benessere e non solamente la presenza o assenza di Malattia.

Un aspetto specifico del Benessere è lo Stress che indica il livello di attivazione sia fisica che mentale di una persona nei confronti delle situazioni.
Lo stress è una reazione normale dell’organismo.
Permette di far fronte a certi avvenimenti imprevisti o di adattarsi a dei cambiamenti importanti.

A volte può, però, essere legato a delle malattie dette
“dell’adattamento”.
Esse si manifestano quando il nostro organismo non riesce più a rispondere a delle tensioni permanenti e ripetitive.
Nota bene che lo stress da solo non crea nessuna patologia. Sarà invece all’origine dell’evoluzione di certe affezioni preesistenti come l’asma, l’emicrania, il diabete, ecc.

In alcuni casi lo Stress può essere anche positivo, ma quando la sua attivazione diviene cronica, incide negativamente sulla qualità della vita e favorisce l’insorgenza e il mantenimento di numerose Malattie (es. cardio-vascolari, gastro-intestinali).
Lo Stress ha a che fare, non solamente con una serie di eventi che accadono nella vita delle persone, ma soprattutto, come si vivono questi eventi e le modalità che si hanno a disposizione per reagire alle situazioni.

La reazione allo stress dipende dal modo in cui il soggetto interpreta e valuta il significato dell’evento, che è basato sulle esperienze personali dell’individuo, su tratti specifico di personalità, valori, circostanze di vita, abilità, intelligenza, addestramento e cultura.
Quando il nostro corpo è sottoposto a uno stress troppo intenso, comincia a suonare il campanello d’allarme.
Quando subisci almeno uno dei “segni” seguenti, è forse il momento di ridurre le tensioni intorno a te: Fatica, soprattutto al risveglio, che non è stata riparata dal sonno; Disturbi del sonno; Ansia; Irritabilità; Nervosismo; Reumatismi: dolori articolari, periartrite, artrosi; Le contrazioni muscolari, in particolare l’indolenzimento del collo o della schiena e i crampi; Disturbi sessuali con una diminuzione della libido; Perdita della memoria: dimenticanze, errori.

a cura della Dott.ssa Elena Isola
Psicoterapeuta – Sessuologa Clinica

articoli correlati:
- Yoga efficace contro ansia, depressione e malattie cardiache


Tag:, , , , , , ,