puntura-di-vespaL’estate si sa, oltre a mare, sole e tintarella, può portare alcuni inconvenienti.

Parliamo delle punture o delle irritazioni che possono essere causate da insetti e animali che, pullulano in estate per l’appunto.

Zanzare, meduse, pesci e rettili possono rovinare le nostre tanto agognate vacanze, specie se ad essere colpiti sono i bambini.

Cosa fare in caso di incontro ravvicinato di questo tipo?

Un manuale di primo soccorso ce lo danno il Moige, Movimento italiano genitori, e il Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano che mette a disposizione anche un numero di telefono, operativo 24 ore su 24: 02/66101029.

Cosa fare dicevamo.

Ecco i consigli.

- contro le zanzare, secondo gli esperti è consigliabile, in caso di mancanza di pomate specifiche per curare le punture del fastidiosi piccoli insetti, applicare ghiaccio o acqua fredda, per alleviare il prurito.

- nel caso di punture di vespe, calabroni o api, fondamentale è togliere il pungiglione se rimasto nella pelle. Successivamente si procedere all’applicazione del ghiaccio che calmerà il dolore.
Il consiglio è di rivolgersi al proprio medico per prevenire eventuali shock anafilattici.

- In caso di contatto con meduse è opportuno rimanere nell’acqua per eliminare tutte le piccole vescicole urticanti rilasciate dalla medusa: vietata l’ammoniaca.

- Nel caso di morsi di vipere, bisogna portare il mal capitato all’ospedale più vicino, evitando di provvedere personalmente a curarlo.

- Nel caso di zecche, se attaccate al corpo meglio lasciare al medico la facoltà di toglierle, onde evitare che rimangano, seppure visibilmente eliminate, con la testa attaccate alla pelle.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Punture d’insetti , punture di medusa, morso di vipera : inconvenienti e rimedi


Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,