bambini-e-tbcDopo aver cercato di non creare il panico, in merito alla tubercolosi nel reparto neonatale del policlinico Gemelli di Roma, oggi si parla di “probabile epidemia”.

Al centro delle accuse il policlinico per la mancata informazione dell’infermiera ammalata che i suoi test erano positivi alla tbc.

Intanto il numero dei bambini infettati cresce ogni giorno di più e ora si pensa di eseguire i test anche sui piccoli nati lo scorso inverno.

Ed ecco che Ignazio Marino, presidente della Commissione d´inchiesta sul servizio sanitario nazionale, auspica un decreto urgente della Regione che preveda l´obbligo per tutti gli operatori dei reparti ad alto rischio, in tutti gli ospedali e nelle strutture sanitarie private, dello screening per la tubercolosi ogni anno.

Il dubbio ora è che, visto il numero di bambini infetti, altre persone ammalate di Tbc abbiano operato all’interno della struttura.

a cura di Imma Manna


Tag:, , , ,