rischio-infarto-trafficoL’esposizione ad alti livelli di emissioni inquinanti da traffico aumenta il rischio di infarto. E l’effetto nocivo dura fino a sei ore dopo l’esposizione.

Lo sostiene uno studio della London School of Hygiene and Tropical Medicine.

Lo studio ha esaminato 79.288 casi infarti verificatisi tra il 2003 e il 2006 e verificato l’esposizione dei soggetti colpiti a particelle PM10, biossido di azoto, biossido di zolfo, ozono e monossido di carbonio.

Dai dati è inoltre risultato che il rischio di subire un attacco di cuore aumenta del 5% qualora l’esposizione aumenti nelle successive sei ore.

Va precisato però che nonostante i risultati rilevati tra l’inquinamento e il rischio infarto entro le prime sei ore dall’esposizione, il numero di infarti verificatisi dopo le prime sei ore dall’esposizione è risultato inferiore al previsto.

a cura di Imma Manna

articoli correlati:
- Ipertensione: inquinamento da traffico aumenta il rischio


Tag:, , , , ,