pc nemico del sonno Secondo uno studio condotto dall’Università svizzera di Basilea, l’utilizzo del pc nelle ore serali e notturne, pregiudicherebbe la qualità e l’avvento del nostro sonno.

Un esperimento che ha coinvolto diversi giovani, ha infatti dimostrato come, collocando questi ultimi dinnanzi ad un computer nelle ore notturne, non si manifesti alcun tipo di sonnolenza e anzi, l’intensità luminosa dello schermo del pc sembrerebbe attivare la concentrazione e numerosi altri meccanismi celebrali che impedirebbero il rilassamento e quindi il riposo notturno.

E’ dunque sconsigliato utilizzare il computer durante la fascia oraria che ci introduce al sonno, meglio concedersi ad attività distensive come fare un bagno caldo, bere del latte o degli infusi rilassanti che stimolino la produzione della melatonina, una sostanza naturale prodotta dal nostro sistema nervoso, che aumenta le difese immunitarie e regola il nostro sonno.

A cura di Benedetta Mancusi

Articoli correlati: Mal di schiena, posizioni scorrette da ufficio


Tag:, , , , ,