sentire con gli occhi Un’interessante ricerca, condotta dall’Universita’ di Milano-Bicocca e dal Cnr e pubblicata su Scientific Reports, ha recentemente dimostrato come alcuni dei nostri sensi non siano esattamente separati fra di loro, ma possano in realtà collaborare, velocizzando l’elaborazione di concetti, visioni e suoni. E’ così spiegato come, per quanto strano possa apparire, gli occhi siano in grado di “sentire”.

La vista infatti, assisterebbe e favorirebbe l’attivazione dei neuroni uditivi. L’associazione di un suono ad un’ immagine rende dunque velocissima l’attivazione della corteccia uditiva che impiegherebbe per il processo soltanto un decimo di secondo.

Lo studio, ricondurrebbe inoltre al cosiddetto effetto “McGurk”, che prese il nome da uno psicologo cognitivo scozzese che nel 1976 pubblicò la sua ricerca. Essa dimostrava l’interazione tra udito e vista, per effetto della quale, è facile attraverso l’osservazione dal labiale, comprendere il linguaggio e quindi il suono della parola pronunciata.

A cura di Benedetta Mancusi

Articoli correlati: Chi è affetto da glaucoma è a rischio di altre patologie


Tag:, , , , , , ,