alcol-in-gravidanzaLo suggerisce uno studio condotto in relazione alla Fas, la Sindrome alcolico fetale, una patologia causata dal consumo di alcool in gravidanza.

La novità sta proprio nella quantità di alcool che viene ad intaccare il feto. L’esame, che ha mostrato la presenza di un metabolita dell’alcool nelle feci del nascituro, ha dimostrato come, anche in caso di consumi ridotti, egli assimilerebbe una forte quantità di alcool. Basterebbe dunque anche un solo bicchiere, che, se bevuto durante lo sviluppo del sistema nervoso del bambino, potrebbe compromettere la sua salute, causando in futuro deficit comportamentali e intellettivi.

E’ infatti già noto come lo smaltimento della sostanza, nel sangue della donna, sia molto più lenta che nell’uomo; a maggior ragione, per il feto i tempi sarebbero più lunghi, dovendo eliminare l’alchool che è giunto nel suo sangue direttamente dalla placenta. Il migliore consiglio, sostengono i medici, è quello di suggerire alle mamme di astenersi completamente dal bere. Dopo tutto, una piccolissima rinuncia, per un così grande dono.

A cura di Benedetta Mancusi

Articoli correlati: Stress in gravidanza, il bambino sarà più ansioso


Tag:, , , , ,