lepiùbellescarpedasposaForse perchè coperte dall’abito o perchè difficilmente riutilizzabili. Eppure, esse costituiscono un dettaglio fondamentale, importante per incorniciare l’aspetto della sposa nella sua totalità e che proprio per questo motivo, non dev’essere assolutamente trascurato.

E’ facile assistere all’abbinamento forzato di calzature ad abiti che appartengono ad uno stile diverso e che sfortunatamente non ne vengono valorizzati. L’utilizzo di una scarpa adatta può variare a seconda delle stagioni, del tessuto e delle caratteristiche del vestito da sposa, per cui occorre sceglierla con molta attenzione. Ad esempio, se sposate nei mesi estivi potete concedervi un sandalo aperto, purchè non argentato e non dorato; prediligete i colori delicati e neutri: bianco, avorio, o anche un rosa antico o un grigio perla, insomma colori che più si adattino al vostro abito. Se le nozze sono previste nei mesi più freddi, affidatevi alle calzature chiuse o al massimo open toe. Il piede della sposa in bella mostra, non è affatto elegante.

Se il tessuto di cui si compone l’abito è il pizzo o vi sono dei decori con pietre e swarovski, evitate delle scarpe con le stesse peculiarità, rischiereste di imbattervi nell’effetto “completo”, demodé e poco originale. Per quanto riguarda il tacco, selezionate quello che più vi soddisfa; se siete molto alte, ricordate di non superare lo sposo in altezza, quindi scegliete delle scarpe che non vi rendano più alte di lui. Se siete bassine, potete optare per il plateu, slancierà la vostra figura senza che dobbiate rinunciare alla comodità. Ma di anche di questo non preoccupatevi troppo…Il vostro giorno più importante sarà così veloce e pieno di distrazioni, che “volerete” sui vostri piedi, qualunque scarpa indossiate!

A cura di Benedetta Mancusi

 

Articoli correlati: Last minute! Guida super veloce agli abiti da sposa 2012


Tag:, , , , , , ,