vene varicose

I disturbi vascolari, sono da sempre nemici delle donne, in quanto intervengono su una grande percentuale di soggetti femminili, di età medio-avanzata. Ma negli ultimi anni, si è registrato un forte aumento delle persone colpite da questo disagio: circa il 25% delle donne italiane, ne viene colpito.

La causa va purtroppo ricercata nelle cattive abitudini e nello stile di vita da esse adottati; la sedentarietà, un’alimentazione non corretta, una postura continua ed errata durante l’arco della giornata, il vizio del fumo, non possono che incentivare la formazione di vene varicose, compromettendo duramente i vasi sanguigni negli arti inferiori. L’Onda (osservatorio nazionale sulla salute della donna), ha sottolineato l’importanza dell’aspetto preventivo rispetto a tali patologie.

E’ importante che ogni donna, al primo sintomo, corra ai ripari, prendendosi cura delle sue gambe e regolamentando il proprio regime di vita; consumare alimenti ricchi di antiossidanti, particolarmente presenti in vari tipi di frutta e verdura (mirtilli, bacche, broccoli, pomodori, the verde, grano, carote), fare molta attività fisica in modo da riattivare la circolazione sanguigna delle gambe, praticare un linfodrenaggio manuale o una scleroterapia ( che viene eseguita utilizzando un agente sclerotico al fine di indurre l’obliterazione fibrosa nelle vene), possono essere degli utili alleati contro l’insorgere di questo disturbo.

A cura di Benedetta Mancusi

 

Articoli correlati:  Varici e vene varicose, piccoli rimedi naturali per contrastarle


Tag:, , ,