anemia

La riuscita di un intervento chirurgico non è solo determinata dal buon esito dell’operazione, ma anche da una serie di fattori fondamentali, che vanno osservati  a lungo raggio, anche a distanza di un mese o più da esso. Caratteristiche purtroppo comuni in molti pazienti, possono condizionare salute e successo degli interventi ai quali si è sottoposti.

Di recente, uno studio condotto dall’American University of Beirut, ha dimostrato come i bassi livelli di emoglobina e globuli rossi nel sangue, possano costituire pregiudizio per il decorso operatorio; L’anemia infatti, unitamente all’età, alle neoplasie, ai disturbi cardiaci e renali, può far insorgere il rischio di complicazioni e aumentare quello di mortalità dei pazienti in questione.

E’ bene provvedere con un’adeguata prevenzione l’evolversi di queste pericolose condizioni, nel corso del tempo, attraverso esami periodici e controlli continui e costanti, per evitare nel caso in cui ci si debba sottoporre ad intervento chirurgico, di aumentare un rischio, che altrimenti si sarebbe potuto evitare.

A cura di Benedetta Mancusi

Articoli correlati: Analisi del sangue rapide e indolori? Oggi si può


Tag:, , , , , , , ,