protesi volume regolabile Sembra quasi uno scherzo e in effetti non capita tutti i giorni di essere a contatto con informazioni simili a questa. Come fosse il volume di una radio, le protesi che arrivano dagli stati uniti promettono di aumentare o diminuire le proporzioni del seno sino ad un anno di distanza dell’intervento e in più riprese.

Ma sfortunatamente per le entusiaste donne intenzionate a sperimentare le varie misure sul proprio corpo, l’intervento innovativo è stato creato per la risoluzione di un grave problema medico, come l’asimetria dei seni naturale o causata dell’esportazione di parte o della totalità di uno dei due in seguito al cancro o altri tipi di malattie.

Le nuove protesi hanno dunque un fine nobile, quello di restituire alle donne che ne siano state private, la dignità appartenente al proprio corpo e il recupero di una ritrovata femminilità. Le altre pazienti, che desiderano farne un uso prettamente estetico, questa volta, dovranno astenersi. La modifica del proprio corpo non è un gioco e bisogna innanzitutto averne un gran rispetto, considerando che gli eccessi non portano mai a nulla di buono.

 

A cura di Benedetta Mancusi

 

Articoli correlati:  Chirurgia estetica: in Gran Bretagna arriva la “Boob tax”


Tag:, , , , , , , , ,