lap top sulle gambePer ora è solo un’ipotesi che sarà oggetto di ulteriori ricerche, ma sembra che usare il laptop wi-fi danneggi gli spermatozoi. Uno studio  preliminare americano-argentino, pubblicato sul giornale Fertility and Sterility, sostiene che quattro ore di lavoro al laptop con connessione senza fili può creare problemi di fertilità. Colpa delle onde elettromagnetiche, capaci di modificare la motilità degli spermatozoi e di causarne cambiamenti a livello genetico.

I ricercatori hanno utilizzato il seme di ventinove volontari: ogni campione è stato suddiviso in due metà delle quali una è stato posta a stretto contatto con un laptop con connessione wireless attiva, mentre l’altra è stata conservata in condizioni identiche, ma privata della vicinanza del portatile. Dopo quattro ore il 25 per cento degli spermatozoi “connessi” ha perso qualunque motilità, mentre di quelli distanti dal computer ne è decaduto solo il 14 per cento. Inoltre il 9 per cento del seme maschile esposto al wi-fi ha mostrato danni al Dna trasportato, raggiungendo una percentuale tre volte superiore al liquido seminale utilizzato come campione di paragone.

Tra gli scettici c’è Silvio Garattini, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, secondo il quale «Lo studio é stato condotto in-vitro e perciò in condizioni non paragonabili a ciò che può succedere in-vivo. Gli spermatozoi nel corso dell’esperimento sono rimasti quattro ore fuori dal corpo dove non hanno più avuto la protezione fornita loro da altre cellule, dai tessuti e dai fluidi corporei nei quali sono immagazzinati prima dell’eiaculazione. Dello stesso avviso anche Allan Pacey, dell’Università di Sheffield, che invita alla cautela, facendo anche notare che «sono necessari studi epidemiologici molto più ampi per arrivare a queste conclusioni e, per quanto ne so, nessuno li ha ancora fatti».

In attesa di ulteriori risultati, il consiglio è dunque quello di fare attenzione all’uso di laptop con connessione senza fili o quantomeno ricordarsi di posizionarlo il più lontano dagli organi riproduttivi.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Fertilità maschile, motilità spermatozoi: gli effetti negativi del THC


Tag:, , ,