piediUn buon massaggio ai piedi fa sempre piacere, se poi è fatto tenendo conto dei principi della riflessologia plantare allora i benefici interessano tutto l’organismo.

Ma il tocco in più è dedicarsi a questo rito utilizzando degli oli specifici per ogni tipo di esigenza, come lavanda o menta per rinfrescare piedi affaticati, rosmarino per quando tendono ad essere freddi, timo per piedi che si riscaldano troppo facilmente.

Prima di iniziare però è bene curare anche l’ambiente: una stanza calda e illuminata da candele renderà il momento ancora più rilassante. Occorre sempre scaldare l’olio tra le mani, per poi iniziare il massaggio partendo dalle dita e andando verso la caviglia. Ogni dito va accarezzato con movimenti circolari, e molta cura va dedicata alla pianta del piede, massaggiando con movimenti energici, utilizzando anche le nocche. Si proverà anche una sorta di benefico dolore, ma bisogna ricordare che il piede è pieno di centri nervosi ed è quindi bene non esagerare, soprattutto se non si conoscono i segreti della podologia. L’ultimo passaggio è far compiere al piede dei movimenti circolari e stenderlo, tirando le dita indietro.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Fish pedicure: quali rischi si corrono?


Tag:, , , , , , , ,