anziani problemi cardiaciArriva anche in Italia la “pistola salva cuore”, un nuovo strumento messo a punto negli Stati Uniti che dimezza i tempi di intervento. Il debutto è avvenuto al Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna nell’ambito dell’operazione portata a termine su una paziente di 86 anni che soffriva di stenosi aortica critica.

In condizioni normali, l’operazione avrebbe richiesto un impegno di 3-4 ore, ma con l’aiuto del nuovo dispositivo tutto si è risolto nel giro di 2 ore. Il condotto che unisce il cuore all’aorta discendente viene inserito nella “pistola salva cuore” e legato all’apice del ventricolo sinistro. Lo strumento perfora la parete del cuore inserendo il condotto nel ventricolo sinistro, evitando al contempo emorragie grazie a una sorta di palloncino che sigilla il foro ricavato nella parete cardiaca. Alla fine, la pistola viene estratta lasciando nel cuore il condotto applicato. In questo modo il ventricolo sinistro viene collegato direttamente in aorta discendente bypassando la valvola aortica malata, consentendo a circa il 70 per cento del flusso sanguigno di passare per questo nuovo condotto.

Le cardiopatie valvolari aortiche severe sono patologie in continuo aumento, legate in particolare all’innalzamento dell’età della popolazione, e proprio per questo richiedono procedure mini invasive.

A cura di Silveria Conte

Aticoli correlati:

-Quando la crisi colpisce al cuore


Tag:, , , ,