stetoscopioCe n’è una per ogni occasione. Sono le ‘app’, ovvero applicazione da utilizzare con il proprio smartphone anche nelle circostnze più singolari. L’ultima in ordine di tempo che cambierà forse per sempre una delle pratiche classiche della professione medica è l’app che sostiuisce lo stetofonendoscopio.

Si contano negli USA già due medici su tre che estraggono dal taschino del camice il telefonino e lo appoggiano al petto del paziente per auscultarlo. Tutto questo grazie a iStethoscope , un’ applicazione sviluppata all’ University College London che trasforma l’ iPhone in un dispositivo medico.

Ma non è solo un vezzo da tecno-victim. L’ applicazione, che costa circa 70 euro, è già stata scaricata da più di tre milioni di persone. Nuova di zecca invece è iTrem , la funzione che, sfruttando la capacità del telefonino di misurare l’ accelerazione, permette al medico di monitorare il tremore dei pazienti con morbo di Parkinson.

Un numero, sia di app sia di medici che ne fanno uso, che è destinato a crescere già dal 2012. «Tra le migliaia di applicazioni per telefonini e tablet pensati per uso medico – precisa Filippo Zerboni, radiologo all’ ospedale di Busto Arsizio e ideatore di un sito Internet che recensisce le applicazioni mediche per gli smartphone – molte sono poco più che dei gadget, ma tante altre sono veramente d’ aiuto al medico nella sua pratica quotidiana».

Una di queste è la funzione che sostituisce il prontuario farmaceutico su carta: nel proprio telefonino il dottore può avere tutto quello che gli serve sapere sui farmaci: dosaggi, indicazioni, eventi avversi, costi, con in più il vantaggio che il “prontuario da telefonino” è consultabile rapidamente e prevede aggiornamenti da scaricare ogni mese. Di grande utilità per il medico di famiglia, per esempio durante le visite a domicilio, può essere pure il programma che permette di compilare e trasmettere all’ Inps con il telefonino i certificati di malattia.

Le nuove tecnologie, inoltre, possono aiutare a comunicare con il paziente: con gli atlanti e le animazioni mediche in 3D per smartphone e tablet il medico può illustrare meglio l’intervento che il malato dovrà subire. E ancora: i telefonini possono essere interfacciati con piccole apparecchiature per misurare la pressione e la glicemia, così che il medico possa ricevere i dati a distanza.

A cura di Silveria Conte

Aticoli correlati:

-I giovani scelgono il web dottore


Tag:, , , , , , , ,