Il segreto per un cervello giovane? Mangiare poco. Lo affemano alcuni studiosi italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, secono i quali la giovinezza del cervello dipenderebbe dall’azione di una molecola che può essere attivata mangiando meno.

Questa molecola, nota come CREB1, viene attivata da una dieta a basso contenuto calorico e serve a coodinare altri geni, le sirtuine, importanti per la longevità e per il buon funzionamento del cervello.

“La speranza – spiega Giovambattista Pani, ricercatore dell’Istituto di Patologia Generale della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma- è che si trovi il modo di attivare CREB1, per esempio attraverso nuovi farmaci, senza doversi sottoporre a una dieta ferrea“.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Dimagrire migliora concentrazione e memoria


Tag:, , , ,