tavola_natalePiatti dal diametro piccolo e decorazioni che ingannino l’occhio e riducano lo spazio per il cibo oppure frutta da mangiare prima delle leccornie. Superare le feste natalizie senza ingrassare si può. L’INRAN, Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione ha stilato un decalogo per affrontare i cenoni e i sensi di colpa.

1. Rispettare la cadenza dei pasti: vale la regola della colazione, pranzo e cena nelle feste. Evitare i fuori pasto;

2. Mangiare tutto in piccole quantità: va bene assaggiare un po’ di tutto ma sono banditi i bis;

3. Frutta o verdura prima dei “cibi-bomba”: le fibre, e l’acqua che contengono, saziano prima e con molte meno calorie;

4. Piatti piccoli e decorati: usare piatti dal diametro piccolo e aggiungere decorazioni, per ridurre lo spazio destinato al cibo. Un inganno visivo che porta a ridurre le quantità di alimenti;

5. No a besciamella e condimenti pesanti: anche rispettando la tradizione si può prediligere il pesce e le verdure;

6. Risparmiare sulle calorie in più: evitare il pane come accompagnamento o le creme per guarnire i panettoni;

7. Distribuire gli alimenti nella giornata: non arricchire un pasto con un dolce se si farà una merenda con un altro dolce;

8. Day after, banditi gli avanzi: il giorno dopo un pranzo o una cena abbondanti, non smaltire gli avanzi, tenersi leggeri con frutta, verdura e pochi grassi;

9. Compensare con attività fisica: a fronte delle maggiori calorie assunte, compensare con l’attività fisica, considerando che occorrono 90 minuti di camminata o mezz’ora di bicicletta per bruciare le calorie di una fetta di panettone;

10. Pronto il piano B dopo-feste: a gennaio fare un piano di buoni propositi scegliendo un’attività fisica ad alto dispendio di energia, dal nuoto al ballo.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Dieta, alcuni consigli per le feste


Tag:, , ,