siringheRicordate il famoso slogan “Già fatto?” riferito a una famosa marca di siringhe? Be’ ora sembra proprio che dovremo abituarci tutti a dirlo davanti a ogni iniezione. Presto sarà infatti sul mercato un nuovo tipo di ago per siringhe realizzato con fibroina.

Si tratta di microaghi realizzati dagli ingegneri della Tufts University, realizzati sfruttando una proteina della seta, la fibroina appunto. La dimensione degli aghi è così limitata che il tessuto nervoso non è in grado di percepirli, il che significa che un farmaco iniettato attraverso questo nuovo strumento non provocherebbe alcun bruciore o dolore.

Il lavoro, pubblicato sulla rivista specializzata Advanced Functional Materials, si è concentrato sulla fattura di aghi di 500 micron di lunghezza e 10 micron di larghezza, ovvero un decimo delle dimensioni di un capello. Versando una soluzione composta da fibroina e un farmaco, i ricercatori hanno ottenuto microaghi in grado di rilasciare correttamente il medicinale prescelto, che ha mostrato di mantenere intatte le sue proprietà e la sua attività biologica.

La lunghezza limitata impedisce agli aghi di stimolare i nervi sottocutanei, ma gli permette comunque di rilasciare il farmaco. Il nuovo ago può essere utilizzato anche per un rilascio prolungato e, a differenza di cerotti e pillole, è efficace con qualsiasi tipo di farmaco.

A cura di Silveria Conte

A rticoli correlati:

-Agopuntura: più efficace dei farmaci?


Tag:, , , , , ,